BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Luglio 2014 a tasso variabile. Le migliori offerte del mese a confronto

Tornano ad aumentare la richiesta di mutui in Italia: le migliori offerte a tasso variabile. Quale scegliere per tasso e rata




E’ tornato a segnare movimenti decisamente incoraggianti e di ripresa il mercato immobiliare e, secondo gli ultimi dati Abi, nei primi 4 mesi dell'anno, le nuove erogazioni di mutui per l'acquisto di abitazioni sono salite del 26,5% rispetto allo stesso periodo del 2013 quando registrarono un calo annuo del 14,7%. Dagli ultimi dati di maggio emergono “sia segnali di luce sia segnali di ombra che mostrano che probabilmente stiamo attraversando il punto di svolta dell'andamento economico. Assistiamo insomma a qualche elemento di inversione, mentre prima eravamo in totale assenza di luce”.

E le previsioni sembrano essere piuttosto rosse, soprattutto dopo l’ultimo taglio dei tassi deciso dalla Bce. Ma attenzione, perchè secondo alcuni esperti, ad essere agevolati e ad avere le migliori condizioni, sono soprattutto coloro che riescono ad acquistare una casa dando il 50% circa del valore dell’immobile. Il resto del finanziamento per loro infatti è decisamente vantaggioso. Resta, comunque, il mutuo a tasso variabile sempre il più conveniente.

E fra le migliori proposte disponibili per questo mese di luglio, per un immobile del valore di 150.000 euro e un importo richiesto di 100.000 da estinguere in 30 anni, spicca Mutuo pratico a tasso variabile di Deustche Bank che prevede una rata mensile di 400,65 euro con un tasso del 2,61%; a seguire c'è il Mutuo variabile di Bnl Gruppo Bnp Paribas che prevede una rata mensile di 400,23 euro con un tasso del 2,60%; e Muto Variabile di Che Banca! che prevede il pagamento di una rata mensile di 404,02 euro con un tasso del 2,71%.  

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Gennaio 2017 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il