BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e Amnistia: decreto sovraffollamento carceri e disegni di legge in fase di conclusione

Attesa per testo unico ddl indulto e amnistia mentre manca poco all’approvazione del decreto carceri: misure e novità in arrivo




Mentre di continua a discutere dei quattro ddl su indulto e amnistia nell’attesa della presentazione definitiva del testo unico sulle misure di indulto e amnistia, è stata invece fissata per il prossimo 21 luglio l’approvazione del decreto carceri contro il sovraffollamento carcerario. Nel decreto le misure per arginare e risolve l'emergenza carceraria: riduzione della condanna e risarcimenti in denaro. La prima misura, che prevede uno sconto di pena del 10%, sarebbe appannaggio di detenuti ancora in carcere costretti a vivere in cella in condizioni disumane; nel secondo invece, previsti risarcimenti di 8 euro per ogni giorno che i detenuti ormai tornati liberi hanno vissuto in condizioni degradanti.

Si tratta comunque di 'soluzioni' che richiederanno molte risorse. E qualcuno auspica ancora indulto e amnistia, capaci di svuotare in breve le carceri, a partire dai 7mila posti che libererebbero i colpevoli di piccolo spaccio. Intanto, prevista anche una norma secondo cui se la pena implica una condanna inferiore ai 3 anni non è previsto l’arresto.

Ma la norma non deve riguardare, come auspicato dal presidente dell’Anm, Rodolfo Sabelli, alcuni reati più gravi, come lo stalking aggravato, i furti, i maltrattamenti e le rapine aggravate. Sabelli ha infatti già annunciato: “Stiamo già preparando una proposta per la prossima audizione in Commissione Giustizia” e iniziano a farsi vedere diverse richieste di revisione mentre a Milano si stanno già valutando le situazioni di una sessantina di detenuti.


Continua, invece, la consultazione pubblica online sulle 12 linee guida indicate dal premier Renzi che dovrebbero cabiare la Giustizia con la nuova riforma. Per due mesi ogni cittadino potrà dire la sua in merito o eventualmente avanzare nuove proposte, così come già accaduto con la riforma della P.A.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il