BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa 50%-65%: incentivi, bonus, sconti incentivi per tutte le tipologia di spesa

Interventi di ristrutturazione casa e per quali opere valgono bonus e sconti: da lavori ad acquisto di mobili ed elettrodomestici




Chi decide di ristrutturare casa in questo periodo di crisi potrà comunque tirare un piccolo sospiro di sollievo considerando che potrà beneficiare di una serie di agevolazioni come detrazioni Irpef, bonus del 50% o 65% pensati proprio per le opere di ristrutturazione di casa, per interventi volti a migliorare l’efficienza energetica, nonché per l’acquisto di nuovi mobili. Per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 (prorogate dalla Legge di Stabilità al 31 dicembre 2014), la detrazione prevista è al 50% e l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio è di 96.000 euro.

In particolare il sistema detrazioni sugli interventi per la casa prevede: bonus al 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, con un limite massimo di 96.000 euro per ogni unità immobiliare; bonus al 40% per le spese sostenute nel 2015, in base sempre al limite massimo di 96.000 euro per unità immobiliare; e sconti al 36% per spese dal primo gennaio 2016 per un massimo di 48.000 euro per unità immobiliare

Possono beneficiare della detrazione i contribuenti soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato; proprietari degli immobili e i titolari di abitazione, uso o usufrutto dell’immobile oggetto di interventi di ristrutturazione.

Le detrazioni valgono comunque per lavori di manutenzione ordinaria, come la riparazione e sostituzione delle finiture degli edifici, sostituzione di pavimenti, infissi e serramenti, tinteggiatura di pareti, infissi interni ed esterni; e straordinaria, come l’installazione di ascensori e scale di sicurezza, sostituzione di infissi esterni e serramenti, nonché rifacimento di scale e rampe; per interventi di ricostruzione o ripristino dell’immobile che risulti danneggiato dopo eventi calamitosi; per interventi di restauro e risanamento conservativo; per  ristrutturazione o eliminazione delle barriere architettoniche, nonché per interventi con misure finalizzate a prevenire il rischio di atti illeciti da parte di terzi, come porte blindate, spioncini, serrature o l’installazione di cancellate; o di bonifica dall’amianto.

Passando invece al bonus mobili, possono usufruire di tale sconto le spese effettuate per l’acquisto di tavoli, sedie, divani, poltrone, letti, armadi, librerie, scrivanie, comodini, divani, poltrone, credenze, e per i grandi elettrodomestici i bonus valgono per l’acquisto di nuovi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), come forni, frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, apparecchi elettrici di riscaldamento o di condizionamento.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il