BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Graduatorie di istituto aggiornamento: modello B, Miur istruzioni e soluzioni problemi aggiornate

Ulteriori chiarimenti Miur su informazioni e compilazione del Modello B per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto: cosa sapere




La compilazione del Modello B per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto sta creando non poche difficoltà e per fornire chiarimenti e assistenza, il Miur ha deciso di attivare un numero verde 800.844999 possibile da contattare dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 per tutto il periodo in cui si può inviare il Modello, vale da dire fino alle 14 del prossimo 4 agosto. Il Modello B va compilato e inviato esclusivamente online attraverso il servizio Istanze On line.

I docenti devono compilare il Modello B per indicare le istituzioni scolastiche in cui fare le supplenze e inserirsi nelle nuove graduatorie di Circolo e di Istituto valide per gli anni scolastici 2014/2015, 2015/2016 e 2016/2017. Si possono riportare in questo Modello 20 istituzioni scolastiche per i docenti che richiedono l'insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado e 10 istituzioni scolastiche per i docenti che richiedono l'insegnamento per la scuola primaria e dell'infanzia, di cui, al massimo, 2 circoli didattici.

Si può compilare solo un modello B per tutte le classi di concorso cui si ha accesso e, terminata la compilazione e verificatane la correttezza, dovrà essere indirizzato alla stessa istituzione scolastica alla quale sono stati presentati i modelli A1 e/o A2 o A/2 bis. Dovrebbero essere riportate sul sito tutte le sedi per cui si voglia esprimere preferenza, ma in alcuni casi, per esempio, è apparsa barrata la casella relativa all'insegnamento nelle scuole di lingua slovena, pur accedendo a province diverse da Gorizia, Trieste e Udine.

Per ulteriori chiarimenti, il Miur ha pubblicato indicazioni per la corretta scelta delle istituzioni scolastiche che possono essere: circoli didattici (terzo e quarto carattere uguali a EE); istituti comprensivi (terzo e quarto carattere uguali a IC); istituti d'istruzione secondaria di primo grado (terzo e quarto carattere uguali a MM); istituti d'istruzione secondaria superiore (terzo e quarto carattere uguali a IS); istituzioni educative (terzo e quarto carattere uguali a VC per i convitti e VE per gli educandati); istituti d'istruzione secondaria di secondo grado (terzo e quarto carattere diversi dai precedenti).

Sempre il Miur precisa inoltre che ‘Per la scuola dell'infanzia devono essere indicati circoli didattici e istituti comprensivi; per la scuola primaria devono essere indicati circoli didattici e istituti comprensivi; per la scuola secondaria di primo grado devono essere indicati istituti d'istruzione secondaria di primo grado e istituti comprensivi, sempre utilizzando i codici previsti per la figura del dirigente scolastico. Non si possono pertanto indicare le sezioni associate; per la scuola secondaria di secondo grado devono essere indicati istituti d'istruzione secondaria di secondo grado e istituti d'istruzione superiore, anche in questo caso utilizzando i codici previsti per la figura del dirigente scolastico, e non si possono indicare le sezioni associate; per le scuole carcerarie bisogna indicare la sede amministrativa del centro territoriale e non il centro territoriale; infine per il personale educativo devono essere indicate le istituzioni educative (convitti ed educandati)’.
    

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il