BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: riforma e interventi per modificare Legge Fornero. Tutti d'accordo dopo dati INPS

Forze politiche e sociali d’accordo su modifiche flessibili alle pensioni: situazione attuale, numeri e ipotesi cambiamento allo studio




Prestito pensionistico per lasciare il lavoro qualche anno prima rispetto ai 66 stabiliti con un anticipo sulla pensione finale, da restituire poi raggiunti i requisiti richiesti con trattenute di qualche decine di euro sulla pensione effettiva; e sistema contributivo per andare in pensione a 57 anni ai dipendenti e a 58 anni agli autonomi, purchè abbiano raggiunto i 35 anni di contributi, calcolando la propria pensione con metodo contributivo, sistema offrirebbe, dunque, la possibilità di andare in pensione prima, ma percependo un assegno mensile ridotto rispetto a quello che si riceverebbe se la pensione fosse calcolata con metodo retributivo.

Queste le ipotesi di modifica alla riforma pensioni Fornero che sta creando non pochi problemi, ha generato grossolani errori, come il caso esodati e quello dei Quota 96 della scuola, e ha prodotto anche una contrazione delle erogazione delle pensioni di vecchiaia e anzianità. Questo quanto emerso dai dati dell’ultimo rapporto annuale Inps, in cui non solo è attestato un calo delle prestazioni pensionistiche, che produce un conseguente aumento della disoccupazione, piaga sociale ormai del nostro Paese già da un bel po’ di tempo; ma anche assegni bassi erogati ai pensionati.

Nel 2013, il 43% dei pensionati, cioè 6,8 milioni di persone, ha percepito uno o più assegni per un importo totale medio mensile inferiore a 1.000 euro lordi. Tra questi, il 13,4% pari a 2,1 milioni si situa al di sotto di 500 euro. Tutto dipende dalla norme pensionistiche in vigore e dal conseguente aumento dell’età pensionabile nonché della valutazione delle pensioni. E questi sono i motivi che potranno forze politiche e sociali a convergere sulla necessità di un sistema che diventi decisamente più flessibile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il