BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: quota 96 e riforma più semplice per tutti se passa emendamento. Ma problemi

Approvazione emendamento Quota 96 della scuola e possibili nuovi interventi per tutti: cosa potrebbe cambiare oggi 10 luglio




AGGIORNAMENTO: Novità e ultime notizie riguardo l'emendamento di quota 96 oggi per le pensioni della scuola. Problemi di approvazione, data, ma anche di calcolo e liquidazione. Maggior dettagli in questo articolo al seguente link diretto
 

Dopo l’approvazione di qualche giorno fa dell’emendamento esodati che contiene la sesta salvaguardia che allarga la platea dei tutelati di alte 32mila persone e vale fino al prossimo 2016, oggi, giovedì 10 luglio, attenzione puntata sull’approvazione dell’emendamento sui Quota 96 della scuola. A presentarlo il presidente della Commissione Bilancio Boccia che ha riferito anche sulle coperture economiche necessarie per mandare in pensione i 4mila insegnanti che aspettano ormai da tre anni, identificate in 400 milioni, e che dovrebbero essere reperite dai tagli della spending review.

L’approvazione di tale emendamento rappresenta un passo importante non solo per i pensiondandi della scuola che per tanto tempo sono stati ‘vittime’ delle norme Fornero, errate, che no hanno considerato l’eccezionalità del comparto scuola, creando così un grave problema sociale, e che ora finalmente potranno andare in pensione, ma per tutti i lavoratori e pensionandi che attendono modifiche al sistema pensionistico vigente, pensate soprattutto all’insegna della flessibilità.

Permettere ai Quota 96, oggi, di andare in pensione, significherebbe per il governo dare un chiaro segnale di apertura a nuovi interventi richiesti da lungo tempo e che si stanno rendendo sempre più necessari, soprattutto dopo la diffusione degli ultimi dati Inps sullo stato delle nostre pensioni e le richieste, concordi sulla flessibilità, di forze politiche e sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il