BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e Amnistia: novità questa settimana

Attesa per il testo unificato sui ddl di indulto e amnistia ma nuove proposte decreto carceri: il 21 approvazione con misure compensative




Continuano ad essere escluse da ogni piano di intervento nuovo le misure di clemenza di indulto e amnistia per procedere ad un alleggerimento dei carcerati nelle nostre strutture penitenziarie, mentre il 21 luglio l’approvazione del nuovo decreto contro il sovraffollamento delle carceri. Il decreto prevede misure compensative di risarcimento economico e sconto della pena per risolvere l’emergenza carceraria denunciata nel nostro Paese. Dopo la prima promozione da parte dell’Ue, del mese scorso, l’Italia ha infatti un nuovo appuntamento con la Corte europea, fissato per giugno 2015, occasione in cui dovrà aver dimostrato di aver chiuso tale questione.  

Nonostante il parere favorevole dell’Ue in tema carceri sui progressi svolti, l’Italia non ha posto fine all’emergenza carceri, e alla stessa Corte Europea per i Diritti dell’Uomo arrivano ancora i ricorsi presentati dai legali delle vittime di soprusi all’interno degli istituti di pena italiani. La novità emersa questa settimana è che il decreto dovrebbe, inoltre, contenere l’inapplicabilità della custodia cautelare in carcere per reati puniti con una pena che non superiore tre anni ma si discute in per non far rientrare nella misure determinati reati come quello mafioso o di stalking.

Secondo il viceministro alla giustizia Costa, dovrebbero rimanere fuori dalla norma i reati di mafia e stalking, ma anche di violenza sessuale, rapina, estorsione e furti in abitazioni. La concessione dell’indulto come proposto anche da Ciro Falanga di Forza Italia dovrebbe riguardare i colpevoli di reati minori come i piccoli spacciatore. Intanto continua in Commissione Giustizia l’esame dei quattro ddl su misure di indulto e amnistia e si attende la presentazione del testo di legge unificato della senatrice Ginetti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il