BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma con cambiamenti ad Agosto con tempi anticipati

Al lavoro su sistemi di pensionamento anticipato ma prima altre priorità: orientamento del governo e intenzioni del ministro Poletti




AGGIORNAMENTO: Le novità e le modifiche dell'attuale Legge Fornero potrebbero arrivare prima del previsto, ovvero sempre nella Legge di Stabilità che, però, dovrebbe essere presentato ad Agosto del Governo Renzi secondo alcune novità e ultime notizie provenienti da diverse fonti.
Tutti i dettagli in questo articolo al seguente link diretto, mentre sotto il punto della situazione di questa settimana

 

Ministro del Lavoro Poletti ed ex ministro Fornero d’accordo e uniti nel progetto di modificare l’attuale riforma in direzione flessibile. Gli orientamenti sempre più espliciti verso sistemai che consentano un’uscita anticipata dal lavoro per molti, che d’altra parte rappresenterebbe anche la possibilità di lavoro per altrettanti giovani, sono stati dichiarati soprattutto in risposta agli ultimi dati Inps sullo stato delle pensioni italiane, e che  fotografano l’immagine di un’Italia decisamente in difficoltà con la maggior parte dei pensionati che ricevono assegni inferiori ai mille euro e una drastica diminuzione delle liquidazioni di pensioni di anzianità e vecchiaia nel 2013, diretta, e negativa, conseguenza delle attuali regole pensionistiche in vigore.

Lo stesso Poletti ha dichiarato che il Rapporto Inps offre “una fotografia, un’analisi rigorosa dei conti dell’istituto, nonchè uno strumento importante e una sollecitazione che il governo non lascerà cadere. L’Inps presenta dunque un quadro che ci porta a riflettere e a valutare le scelte che vanno compiute”, precisando che “Piani di uscita flessibile sono sul tavolo ma ci sono prima altre priorità come esodati e coloro che hanno perso il lavoro. Un'eventuale flessibilità non potrà essere gestita che dentro le dinamiche delle scelte di priorità che il governo farà sull'utilizzo delle risorse”.

Ma ha anche spiegato: “Il governo sa che ha dei problemi acuti sugli esodati, e su quanti non hanno una copertura previdenziale; sa che ha problemi sociali rilevanti per quelle persone che perdono il lavoro e che nonostante gli ammortizzatori sociali non arrivano alla maturazione del diritto pensionistico. Bisogna creare meccanismi che consentano un’uscita anticipata a costo zero per lo Stato. In questo senso stiamo pensando a forme flessibili di prepensionamenti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il