BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cartelle Equitalia: nuova rateizzazione fino al 31 Luglio ma in arrivo anche altre novità importanti

Nuovo piano reteazione per pagamento delle cartelle Equitalia e cambiamenti che interesseranno l’ente: cosa potrebbe cambiare




Pagare le cartelle Equitalia con nuovo piano di rateazione per cui i contribuenti che non hanno pagato le cartelle secondo i termini previsti potranno di nuovo ricorrere alla rateizzazione purchè si tratti di cartelle ricevute prima del 22 giugno 2013. Questa nuova possibilità di rateazione vale anche per i contribuenti decaduti prima dell’entrata in vigore della norma del 2013. Il nuovo piano di rateizzazione può essere di massimo di 72 mesi e non più 120 mesi e l’importo minimo di ogni rata è di 100 euro. Se, poi, per debiti fino a 50 mila euro, si può chiedere la rateizzazione con domanda semplice, per i debiti che superano i 50 mila euro, la domanda per rateazione viene inviata una volta verificata prima la situazione di difficoltà economica.

Il termine per presentare la richiesta di rateazione è il 31 luglio 2014. Le indicazioni per la presentazione della domanda di rateazione,  comprensiva della documentazione necessaria, si può presentare tramite raccomandata a/r o a mano presso uno degli sportelli dell’agente della riscossione competente per territorio o specificati negli atti inviati da Equitalia. Ma non solo: diversi i cambiamenti che attendono Equitalia.

La proposta iniziale era quella di cancellare l’ente, ma poi si è passati ad un piano di cambiamento, che dovrebbe prevedere nuovo modo di comunicazione per i mini pagamenti, che riguardano somme fino a mille, duemila euro, per cui la richiesta di pagamento sarà meno perentoria e non arriverà la cartella a casa come accaduto finora. Altra novità riguarda l’istituzione di un call center, con il compito di avvicinare i clienti morosi in maniera più gentile. E dopo la comunicazione verbale da parte degli operatori, se non verrà effettuato il pagamento, sarà mandato l’invito bonario e solo al terzo sollecito verrà recapitata la cartella esattoriale e saranno avviate le procedure esecutive per effettuare la riscossione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il