BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: pensioni scuola. Voto slittamento confermato. Ipotesi possibili ora. Ultime notizie e novità oggi venerdì 18 Luglio

Novità e ultime notizie aggiornate riguardo quota 96. La situazione è sempre più complessa, tra conferme e smentite.




AGGIORNAMENTO: Continuano anche oggi venerdì 17 Luglio 2014 gli aggiornamenti, le novità e le ultissime notizie su quota 96 e pensioni scuola. Il voto della Riforma PA è stato spostato a data da destinarsi, prima alla Camera vi sarà il decreto svuota carceri dal 22 Luglio. Cosa può accedere, ma anche tutti gli ultimi aggiornamenti in tempo reale (per esempo un nuovo intervento del Movimento 5 Stelle) li potete trovare su QUESTA PAGINA

AGGIORNAMENTO: Il voto della legge delega della Riforma PA in cui deve essere inserito l'emendamento quota 96 che si vota oggi (ma che dovrebbe essere approvato) slitta dal 22 Luglio a data da destinarsi.
C'è il rischio di una nuova beffa per i quota 96.

AGGIORNAMENTO: Oggi, giovedì 17 Luglio 2014, dovrebbe esserci il voto finale della Commissione sull'emendamento delle pensioni di quota 96 della scuola. C'è ovviamente grande attesa. 

Quota 96, numerose le novità e ultime notizie su questa vicenda, ovvero sulla pensioni scuola e i diritti di circa 4mila insegnanti di poter uscire con i diritti acquisiti di 40 anni di pensione, ante Riforma Fornero che, però, un errore, gli aveva negato di poter uscire dal lavoro ben due anni fa.

In questi giorni, il tema dei quota 96 è diventato centrale in quanto tra gli emendamenti della Riforma della Pubblica Amministrazione, vi è anche questo di cui sono firmatari tutti i partiti e i capigruppo in Commissione.

Il voto dovrebbe avvenire tra oggi e domani, ma visti i tanti emendamenti presentati (oltre 3000) potrebbe slittare anche a giovedì 17 Luglio 2014.

Si tratta di un voto molto importante, in quanto sarebbe il primo correttivo alla Riforma e attuale Legge Fornero, che aprirebbe la strada così ad altre "riparazioni" che lo stesso ex-Ministro Fornero ha dichiarato più volte necessarie e assolutamente da fare. 

Finora il problema sono state le coperture finanziarie sempre giudicate insufficiente della Ragioneria di Stato. ma la vera ragione dietro queste resistenze è che, aprendo, la "porta" ad una prima correzione della Riforma Fornero ne potrebbero arrivare tante altre tra cui anche l'inserimento di regole flessibili per l'uscita anticipata in primis dei cosidetti lavoratori precoci e usuranti.

E anche questa volta, nonostante l'On. Boccia e Damiano, solo per citarne due, hanno dichiarato che le coperture ci sono e sono chiare, il Ministro Madia ha ribadito che ci potrebbero essere problemi. E lo stesso Ministro Giannini dell'Istruzione ha parlato di un possibile inserimento di quota 96 in un disegno di legge a breve termine sulla scuola.

Se votato, questo emendamento, dovrebbe comunque essere approvato e votato nel tetso delega complessivo della Riforma della PA previsto in Parlamento dal prossimo 22 Luglio.

Un emendamento, comunque, che al suo interno contiene delle importanti penalizzazioni come il mancato calcolo degli ultimi due anni di lavoro e la liquidazione delle pensione solo dopo aver raggiunto i termini predisposti dall'attuale legge Fornero vigente.

Una dimostrazione, ancora una volta se ne fosse bisogno, che la riforma delle pensioni e gli eventuali meccanismi di flessibilità e uscita inseriti dovranno essere tutti a costo zero e avranno in sè importanti penalizzazioni per non compromettere i risparmi e lo stesso impianto della Riforma Fornero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il