BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Ordinario: regolarità test. Prime denunce e polemiche

Partiti i primi test per accesso al Tfa Ordinario ma anche prime lamentele e denuncie di irregolarità: come andati i primi giorni




Sono partiti a inizio settimana, lunedì 14 luglio, i primi test di selezione che permetteranno, o meno, l’accesso ai prossimi corsi del Tfa Ordinario, e come consuetudine, insieme a chi ha detto di aver svolto il test in tranquillità, c’è anche chi ha lamentato problemi e solite difficoltà di organizzazione sbagliata. Per esempio, alcuni partecipanti al test svolto per A043 e A050  in Lombardia, presso l'istituto Gentileschi di Milano, hanno segnalato la mancanza di controllo e la consegna delle buste dei test un'ora prima rispetto all'avvio ufficiale della prova.

Secondo quanto denunciato dai candidati, sono stati molto sommari i controlli svolti prima della prova. In molte Università, inoltre, i candidati lamentano inoltre la mancanza di organizzazione ancora per l’offerta formativa e l’indicazione certa sulle sedi di svolgimento dei test, che si terranno fino al prossimo 31 luglio, nonostante siano già partiti tre giorni fa.

Al termine della prova, il punteggio da raggiungere per passare alla successiva prova scritta il è 21 su 30, per le 60 domande cui ciascun candidato avrà dovuto rispondere. Ogni risposta corretta sarà conteggiata con un punteggio di 0,5, il che significa che per raggiungere il punteggio minimo bisognerà almeno rispondere in maniera corretta a 42 quesiti. Solo chi raggiungerà tale punteggio, potrà prepararsi per la successiva prova scritta, che si terrà ad ottobre, ed anche in questo caso dovrà conquistare un punteggio di 21/30 per sostenere l’ultima prova orale (che si svolgerà sempre ad ottobre) e quindi accedere ai corsi del prossimo Tfa Ordinario, che inizieranno a novembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il