BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2014 proroga scadenza inevitabile ordinario e semplificato. Per chiarire dubbi e problemi nuova circolare Entrate in arrivo

Tanti i motivi che giustificano la richiesta di proroga di presentazione del modello 770 e manca anche circolare di chiarimento: la situazione




L’approvazione della proroga per la presentazione del modello 770 sembra sia diventata inevitabile alla luce dei diversi problemi elencati ma si attende ancora, ed anche, una circolare per risolvere i diversi dubbi e questo rappresenta un ulteriore motivo di slittamento. La richiesta di proroga da parte di consulenti del lavoro e associazioni di commercialisti è nata innanzitutto dal periodo decisamente di caos, quale quello in corso, in cui si stanno accavallando scadenze e adempimenti fiscali, difficili da onorare in tempo per i professionisti abilitati.

A causare confusione, innanzitutto, i problemi di versamento quest’anno dei primi acconti Imu e Tasi, senza considerare i ritardi di rilascio del software Gerico, e le proroghe, già approvate, di presentazione modello 730 e Unico 2014, e, considerando che il 770 è strettamente legato ad alcuni dati contenuti nel Modello Unico, è chiaro che, per evitare errori, debba essere prorogato. La scadenza attuale è al 31 luglio, la richiesta di proroga è al 30 settembre.

Il problema da affrontare è che, nonostante evidenti difficoltà, il sottosegretario all’Economia Zanetti ha spiegato che “Mancano i presupposti per un’eventuale proroga del 770”. Ma Marina Calderone, presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro ha dichiarato “inammissibile questo modo di fare, irrispettoso dell'attività di chi fa incassare all'Amministrazione Finanziaria tutti i tributi e i contributi. Non è un modo opportuno nè adeguato di porsi rispetto alle esigenze manifestate da chi giornalmente mette in condizioni lo Stato di finanziarsi e di implementare archivi e banche dati. E se a questo si aggiunge che il problema è stato creato da ritardi del Mef, si comprende quanto sia inaccettabile questa posizione intransigente. Per questo ci aspettiamo un diversa decisione presa in tempi rapidissimi”.

E probabilmente la proroga potrebbe essere approvata appena un giorno prima della scadenza, quando forse in tanti avranno già provveduto alla compilazione e sarà troppo tardi. Per questo di chiedono tempi rapidi di decisione.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il