BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: pensione scuola più vicina. Assistenza già offerta da sindacati per fare domanda INPS a personale ATA e docenti

Domani forse soluzione Quota 96 ma potrebbe slittare a lunedì il voto. Sindacati già pronti per domande di pensionamento




Quota 96 forse in dirittura d'arrivo: domani, venerdì 25 luglio, arriva in Aula la riforma della Pubblica Amministrazione e con lei il voto sull'emendamento dei Quota 96 della scuola. E sarà forse il giorno decisivo per sapere se i 4mila docenti in attesa riusciranno finalmente ad andare in pensione entro il primo settembre. Considerando l'eventuale pochissimo tempo a disposizione, i sindacati sono già pronti ad andare incontro a coloro che dovranno presentare domanda di pensionamento.

Potranno andare in pensione dal primo settembre 2014, i docenti che hanno maturato i requisiti pensionistici entro l’anno scolastico 2011-2012 secondo le vecchie regole. E proprio perché resta solo un mese per chiedere la pensione, direttamente all’Inps, le sedi territoriali del patronato INCA CGIL, in collaborazione con la FLC CGIL si sono messe a disposizione di chiunque avesse bisogno per le pratiche. Si tratta di un sostegno che potrebbe essere ancor più utile se, per esempio, il voto dovesse ancora slittare.

C’è infatti la possibilità che da domani 25 luglio l’inizio della discussione della riforma della P.A. slitti a lunedì e con essa anche il voto sui Quota 96, provocando, ovviamente, non pochi malcontenti. I timori sono che i tempi si allunghino così tanto ancora da far slittare il tutto addirittura al prossimo anno e se così fosse significherebbe che oltre i due anni in più rimasti a lavoro, gli insegnanti di Quota 96 ne rimarrebbero ancora un altro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il