BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma ancora un passo in avanti: quota 96 sempre più vicina e fattibile è un segnale importante per tutti

Domani probabile approvazione emendamento Quota 96: segno importante per le pensioni in generale. Motivi e attesa risultato




Sono 4mila gli insegnanti e impiegati del personale Ata che attendono l’approvazione dell’emendamento Quota 96 della scuola al Decreto legge di riforma della Pubblica Amministrazione che dovrebbe approdare alla Camera domani, venerdì prossimo 25 luglio,  per poi passare all’esame finale del Senato. Se approvato, l’emendamento permetterebbe a tali pensionandi di raggiungere finalmente il congedo dal primo settembre ma con condizioni ancora decisamente discutibili. Innanzitutto, pur andando in pensione il prossimo mese non riceverebbero subito la liquidazione ma potrebbero aspettare anche fino a quattro anni, perché comunque si richiederebbe di raggiungere i requisiti Fornero per avere il Tfr.

E c’è poi la questione del calcolo degli ultimi due anni di contributi versati che probabilmente verranno calcolati solo parzialmente nel conteggio dell’assegno pensionistico finale. Si tratta di un’ulteriore beffa nei confronti di coloro che sono già stati fortemente penalizzati dalle norme Fornero. Bisogna comunque tener presente che l’emendamento per mandare in pensione i 4mila docenti in attesa non deve andare oltre il 23 agosto, termine in cui il decreto scadrà, e per cui, eventualmente, bisognerà rifare tutto, prorogando ancora di un altro anno la pensione.

Se, però, tutto dovesse andare secondo quanto previsto e cioè essere approvato domani alla Camera per poi passare al Senato e quindi permettere il congedo definitivo si tratterebbe di un grande passo avanti per il mondo delle pensioni, in generale,perché rappresenterebbe chiaramente la volontà del governo di intervenire a favore di lavoratori e pensionandi, per quanto possibile, cercando di risolvere il caos creato dalla legge Fornero. L’attesa dunque per l’esito dell’emendamento non è solo da parte degli interessati di Quota 96 ma di tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il