BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma, quota 96 segnale positivo per tutti privati e statali non solo scuola

Voto emendamento Quota 96 della scuola importante per tutti: se approvato potrebbe cambiare qualcosa in riforma pensioni attuale




L’inizio della discussione dell’emendamento per i Quota 96, domani lunedì 28 luglio in Aula con riforma P.A., sta suscitando entusiasmo in tutti,non solo per coloro, circa 4mila persone, che aspettano la pensione da quasi tre anni, ma, in generale, per tutti quelli che auspicano cambiamenti alla legge Fornero, considerando che mandare in pensione con le vecchie regole i Quota 96 della scuola, significa intervenire con una prima correzione sull’attuale legge pensionistica, il che rappresenterebbe un segnale positivo, la volontà, cioè, del governo, di modificare l’impianto previdenziale esistente, ma senza stravolgerlo, come più volte ribadito dal premier Renzi, e nonostante i referendum che si stanno moltiplicando per la richiesta di cancellazione totale dell’attuale riforma Fornero.

L’approvazione dell’emendamento dei Quota 96 sarebbe anche importante come sigillo di una settimana in cui si sono susseguite indiscrezioni su eventuali interventi sulle pensioni e durante la quale è stato anche confermato che allo studio del Ministero dell’Economia vi sarebbero ipotesi di modifica alle pensioni sia per uscite flessibili e anticipate, sia però interventi negativi.

Se, infatti, c’è la volontà dell’esecutivo di intervenire sulle pensioni per rispondere alle richieste di lavoratori e pensionandi soddisfacendo le loro esigenze, all’altra parte resta comunque il problema della difficile situazione economia dell’Italia che non permette poi margini di intervento importanti, per cui bisogna pianificare e modulare cambiamenti che da una parte permettano di lasciare il lavoro prima senza, dall’altra parte, incidere sui costi di Stato e Inps, per questo al vaglio ci sarebbero per lo più soluzioni di uscita anticipata ma con penalizzazioni o a costo zero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il