BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto, Amnistia e Decreto Svuota Carceri: Audizione Ministro Orlandi giovedì e voto Senato dopo prima approvazione Camera

Decreto carceri approva in Senato per voto definitivo: le misure previste, cosa cambierà effettivamente e ancora esame su indulto e amnistia




Dopo l’approvazione del decreto carceri in Aula, oggi, lunedì 28 luglio, inizia la discussione in Senato. In  caso di parere positivo, il decreto sarà convertito definitivamente in legge, mentre prosegue il dibattito sulla riforma della Giustizia e, in commissione Giustizia, l’esame dei quattro disegni di legge sulle misure di clemenza di amnistia e indulto. Il ministro Orlando probabilmente interverrà sui ddl di amnistia e indulto giovedì 31 luglio, in base alla disponibilità del calendario dei lavori al Senato.

I provvedimenti del decreto carceri prevedono risarcimenti economici per ‘risarcire’, appunto, coloro che hanno vissuto in condizioni disumane in cella e prevedono una compensazione di 8 euro per ogni giornata vissuta in condizioni drammatiche, per chi è già fuori, mentre per coloro ancora in carcere sono previsti sconti di pena di un giorno ogni dieci trascorsi in celle sovraffollate; previsto poi il divieto di custodia cautelare in carcere se la pena inflitta dal giudice è inferiore ai 3 anni, norma che, però, non vale per i delitti ad elevata pericolosità sociale, come per stalker, colpevoli di reati mafiosi, di terrorismo, di rapine e furti in abitazione, e in mancanza di un luogo idoneo per i domiciliari.

Il decreto prevede anche norme di favore del diritto minorile estendendole a chi non ha ancora 25 anni, oltre dunque la soglia dei 21 previsti per oggi; non sarà più previsto il servizio di scorta per chi lascia il carcere per i domiciliari; previsto infine un aumento di 204 unità per l’organico della polizia penitenziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il