BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2014: agosto fase di calma. Tante nuove offerte a Settembre-Ottobre per tasso variabile e fisso

Scendono tassi fissi e variabili dei mutui ma ritorno a scelta fisso come migliore e più conveniente: situazione e ultimi dati




Dopo il boom registrato nei primi 4 mesi dell'anno per il mercato immobiliare, la situazione tende ad attenuarsi in vista dell’estate, prospettando un calmo mese di agosto, anche per quanto riguarda le nuove offerte che finora si sono invece susseguite. Ma c’è una novità: secondo Stefano Rossini, ad di MutuiSupermarket.it, sulle tipologie di mutuo oggi privilegiato, sembra vi sia un ritorno al fisso, nonostante la convenienza del variabile, scelta che dipende essenzialmente da una certezza che il variabile pur essendo oggi migliore non garantisce per il futuro. E questa novità dipende dall’andamento degli indici e dalle prospettive per i prossimi mesi.

Qualcosa sta cambiando per i tassi e potrebbe influenzare le decisioni di coloro che hanno intenzione di stipulare mutui dopo l’estate. Dopo le ultime mosse della Bce, comunicate lo scorso 5 giugno, l’Euriobor, indice cui è agganciato il tasso variabile, ha iniziato a calare, arrivando al minimo storico, l'Euribor a 1 mese è allo 0,09%, quello a 3 mesi allo 0,208, ma tra cinque anni, secondo le previsioni, potrebbe cominciare a risolare anche se molto lentamente, e a seconda dell’andamento economico europeo

Ciò che stupisce è la discesa degli indici Eurirs, cui sono agganciati i tassi fissi e risulta che l'Eurirs a 20 anni è al minimo storico dell'1,98%, l'Eurirs a 25 anni al 2,05%, per cui è facilmente comprensibile come le scelte più convenienti dei mesi dopo l’estate possano essere orientate decisamente al tasso fisso, che rimanendo sempre quello non subirà altalena menti dovuti all’andamento volatile del mercato.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il