BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2014: proroga scadenza non c'è ancora ma Agenzia Entrate e Governo lo vogliono abolire per il prossimo anno

Manca ancora ufficialità per rinvio 770 2014 ma il direttore delle Entrate Orlandi punta ad abolirlo completamente dal prossimo anno




Sarebbe finalmente pronto il testo del D.pc.m. che prorogherà ufficialmente al 19 settembre la nuova di presentazione del modello 770 2014, il cui termine di invio telematico è in realtà fissato per domani, giovedì 31 luglio. Ora il D.p.c.m. dovrà essere firmato dal ministro dell'Economia per essere ratificato dal premier Renzi. Questo quanto emerge da fonti governative, ma mancano ancora conferme ufficiali e comunicati che rendano nota la notizia.

Nonostante il rinvio, regna comunque malcontento fra i professionisti del settore che hanno avanzato richiesta di proroga già settimane fa proprio per evitare di avere notizie di eventuali conferme agli sgoccioli della scadenza, come sta effettivamente accadendo.

Considerando, infatti, il silenzio ufficiale in merito in questi giorni, molti commercialisti e consulenti del lavoro hanno comunque provveduto a compilare e inviare i modelli in modo da non ritrovarsi in condizioni di ritardo se la proroga non fosse stata attuata. Ora, dunque, chi è in ritardo per domani aspetta la conferma del rinvio a settembre il più presto possibile.
 
Ma questo potrebbe essere l’ultimo anno di caos e richieste di proroga per la presentazione del modello 770: già la presidente Calderone ha suggerito solo qualche giorno fa di rivedere il calendario delle scadenze fiscali e fissare come nuova scadenza annuale del 770 il mese di settembre, ma ora è stato il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, a presentare una relazione sul programma di riduzione di obblighi, comunicazioni e procedure onerose e inutili e, rispondendo ad una domanda sulla proroga del 770, ha precisato l'esigenza di “non incorrere più in futuro nella necessità di proroghe”, sottolineando “l'opportunità di lavorare anche affinché alcuni adempimenti vengano meno. Uno su tutti il 770”. Queste parole potrebbero significare l’abolizione del 770 definitiva e non solo il suo slittamento al mese di settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il