BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma pubblica amministrazione. Novità per statali in Senato sono già a rischio

Si prospetta battaglia in Senato su misure prepensionamento della scuola: ancora contrarietà da Mef e Ragioneria dello Stato sui Quota 96. I rischi




Passa l’emendamento per i Quota 96 della scuola, si attende il voto in Senato ma la norma sarebbe già a rischio. L’approvazione è arrivata infatti nonostante il parere contrario di Ragioneria dello Stato e Ministero dell’Economia che continuano a dire n tanto da rischiare di cambiare la norma a Palazzo Madama. Lo stesso Commissario per la spending review Cottarelli ha spiegato, minacciando di lasciare il suo incarico, che i tagli non riusciranno a coprire tutte le misure pensate, compresa quella dei Quota 96. Ma se si arrestasse il percorso di questa soluzione, si scatenerebbero reazioni negative e malcontenti non solo da parte dei pensionandi della scuola che verrebbero bloccati ancora una volta nel loro iter verso la pensione, ma per tutti.

La soluzione Quota 96 è, infatti, indicativa per le pensioni in generale perché rappresenta la prima correzione alla riforma pensioni Fornero per cui qualsiasi novità a seguire è segno di cambiamento reale della legge pensionistica oggi in vigore. Sembra, dunque, che l’entusiasmo per le misure finora approvate per le ‘nuove’ pensioni per gli statali si stia via via placando.

Si prospetta una battaglia in Senato perchè la riforma non piace, anche se non sarebbe a rischio la norma che manda in pensione i dipendenti pubblici in anticipo rispetto ai 66 anni ma con il massimo della contribuzione e senza penalizzazioni, meccanismo certamente apprezzato da lavoratori precoci e usuranti che per primi, stando alle norme attuali, sarebbero stati penalizzati nel loro prepensionamento con decurtazioni sull’assegno finale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il