BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: riforma, novità e cambiamenti in questo mese di Agosto

Come potrebbero cambiare le pensioni italiane in questo mese di agosto? Misure al vaglio e voto atteso in Senato su misure pensioni riforma P.A.




Potrebbe cambiare la riforma pensioni con novità che però pur modificando la legge Fornero non toccherebbero i risparmi da essa garantiti (circa 80 miliardi) visto che rientrerebbero nella riforma della P.A. Le misure della Madia si apprestano ad essere votate in questi giorni dal Senato e proprio il mese di agosto potrebbe essere quello decisivo per rispondere alle tante richieste di cambiamento avanzate da lavoratori, sindacati, associazioni, forze politiche, che mirano a modificare le pensioni di anzianità orientandole verso una maggiore flessibilità in uscita.

E in effetti l’uscita anticipata dal lavoro è l’obiettivo primario delle nuove misure proposte, come quella del pensionamento a 62 anni, senza alcuna penalizzazione e con il massimo dei contributi raggiunti, che sarebbero di 41 anni e sei mesi per le donne e 42 anni e sei mesi per gli uomini, ma non solo. Mentre l’uscita anticipata per il pubblico impiego, che dovrebbe poi essere estesa anche ai privati con la Legge di Stabilità 2015, e l’emendamento per i Quota 96 si avviano a ricevere il voto, il ministro del Lavoro Poletti, solo qualche giorno, fa ha avanzato una nuova proposta di lavoro.

Sembra infatti che per dare vita ad una nuova riforma pensioni Renzi si stia valutando quella soluzione unica e universale già annunciata tempo fa dallo stesso Poletti ma che ora potrebbe essere definita, sia per chiudere una volta per tutte la partita esodati, sia per garantire flessibilità reale ai lavoratori che desiderano lasciare in anticipo il lavoro. Tutto però dipenderà dall’andamento economico di Italia. Già per quanto riguarda Quota 96 e pensionamento anticipato a 62 anni, bisognerà capire quale sarà la posizione di Mef e Ragioneria dello Stato in Senato.

I tecnici infatti, nonostante la volontà politica di cambiamento, sembrano voler bloccare processi di modifica alla legge Fornero a causa delle risorse mancanti. E lo stesso ministro Madia ha dichiarato: “Al decreto di riforma della Pubblica Amministrazione che introduce novità sulle pensioni modificando in parte la riforma pensioni Fornero potrebbero essere apportate alcune modifiche alle coperture; il tutto dopo i pareri della commissione Bilancio e del ministero di Economia e Finanze”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il