BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pubblica amministrazione: pensioni, mobilità, prepensionamenti, contratti, turn over. Misure e novità ufficiali

Nuovo voto in Senato su riforma della Pubblica Amministrazione: quali le misure dopo cancellazione norma pensionamento per i Quota 96 della scuola




La riforma del pubblico impiego continua oggi il suo iter di approvazione e dopo la cancellazione della norma per i Quota 96 della scuola, parte da questa sera, martedì 5 agosto, l’operazione di voto in Senato. Insieme all’emendamento per il pensionamento dei Quota 96 della scuola, per cui il premier Matteo Renzi ha detto “Differiva dalla ratio del provvedimento, per tanto, entro fine agosto ci sarà un decreto ad hoc”, non c’è traccia nemmeno di turn over e novità contratti, misura quest’ultima che potrebbe essere introdotta invece nella prossima Legge di Stabilità, insieme alle eventuali novità pensioni annunciate dal ministro Poletti.

Salta, inoltre, la soglia di 68 anni per i pensionamenti d'ufficio di professori universitari e primari; tornano le penalizzazioni per i dipendenti pubblici che decidono di andare in pensione prima dei 62 anni; e sono stati cancellati i benefici per le vittime di terrorismo. Novità invece si attendono su prepensionamenti e mobilità. Per quanto riguarda la mobilità dei dipendenti pubblici, potranno essere trasferiti da un ufficio ad un altro anche senza una precisa motivazione.

Un emendamento specifico annulla quanto prevede il Codice Civile, secondo cui ‘per uno spostamento di questo genere sono necessarie comprovate ragioni tecniche, organizzative e produttive’. Con l’entrata in vigore della nuova legge non sarà necessario giustificare il trasferimento, purchè limitato entro i 50 chilometri di distanza. La norma non vale per i genitori che hanno figli di età inferiori ai tre anni o disabili. Il ministro Madia ha sottolineato che “è interesse del governo, giungere quanto prima all'approvazione, per tanto non è da escludere il ricorso alla fiducia”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il