BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pubblica amministrazione: pensioni, prepensionamento, mobilità, turn over. Novità e misure ufficiali approvate

Cancellata norma pensionamento per i Quota 96 della scuola ma novità su turn over, mobilità obbligatoria: le misure della riforma della P.A.




Il maxi-emendamento sostitutivo del Dl Pa ha incassato la fiducia del Senato con 160 voti favorevoli e 106 no. Ora il decreto torna alla Camera in terza lettura. Il test cancella alcune norme, dalla possibilità di pensionamento entro il primo settembre 2014 per i Quota 96 della scuola, alla possibilità di pensionamento d'ufficio a 68 anni per professori universitari e primari. Sulla cancellazione della norma per i Quota 96 della scuola, il ministro Madia ha spiegato: “Nessuna marcia indietro del Governo: la soluzione per gli insegnanti intrappolati a lavoro è stata cancellata dal dl per diverse ragioni, ma l’esecutivo non rinuncerà al rinnovamento”, accennando al pacchetto scuola in arrivo a “fine mese. Un intervento strutturale che interesserà anche i precari, aprendo a nuove entrate”.

Novità per il pensionamento degli insegnanti di quota 96 si attendono invece ora con la prossima Legge di Stabilità, eventualmente, secondo le voci circolanti. Tra le misure approvate nella riforma della P.A., la possibilità di mantenere i trattamenti di servizio di magistrati e militari anche nel 2015, mentre per la scuola il termine viene anticipato al agosto e per tutti gli altri resta ottobre; diventa più flessibile il turn over, basato solo su criteri di spesa; i magistrati che svolgono incarichi in uffici che hanno una diretta collaborazione con le pubbliche amministrazioni non potranno più ricorrere all'aspettativa, norma che vale anche per chi ha già ottenuto la sospensione alla data di entrata in vigore del provvedimento.

E ancora, i dirigenti di Bankitalia e dell'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, per un periodo non superiore a due anni dalla cessazione dell'incarico, non potranno intrattenere rapporti di collaborazione, consulenza o impiego con i soggetti regolati; novità per la mobilità obbligatoria che manterrà il limite dei 50 km ma non varrà per dipendenti pubblici che hanno figli al di sotto dei tre anni, disabili e che godono del congedo parentale. Via libera all’assunzione di circa mille vigili del fuoco e cambiano, per le Camere di Commercio, le tariffe delle segreterie che verranno definite in base ai costi standard fissati dal ministero dello Sviluppo economico, dopo aver consultato la società per gli studi di settore e Unioncamere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il