BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni statali riforma pubblica amministrazione: conseguenze negative per tutti dopo il nulla di fatto. Cosa può succedere ora

Possibili nuovi interventi pensioni Quota 96 della scuola e per uscite anticipate e flessibili in prossima Legge di Stabilità? Intenzioni del governo




La riforma pensioni attesa con le norme previste nella riforma della P.A. è svanita, nessuna uscita anticipata senza penalizzazioni, nessuna possibilità per i Quota 96 di lasciare prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, saltata anche la norma di uscita a 68 per primari e professori universitari. E tutto sembra da rifare. Le speranze sono tutte riposte nella prossima Legge di Stabilità. E a far pensare a questo nuovo termine le novità e ultime notizie di questi giorni fra le dichiarazioni del ministro Poletti, sull’arrivo di una possibile soluzione universale per tutti, e quelle del premier Renzi, su un provvedimento nuovo per i Quota 96 della scuola.

Il ministro Poletti solo qualche giorno ha dichiarato di essere a lavoro su quella soluzione strutturale, universale, già annunciata tempo fa e poi tramontata. Si cercherà di definire possibilità di uscite anticipate e flessibili per tutti, considerando esigenze e specificità dei lavoratori. E ha poi dichiarato: “La riforma Fornero ha creato una morsa terribile: è stata aumentata l'età pensionabile e se i più anziani rimangono al lavoro non entrano certo i giovani. Poi va sgonfiato il bacino dei cassintegrati. E' un blocco che va superato flessibilizzando in uscita le pensioni e spingendo per la crescita. Le uscite devono essere più flessibili’”.

Condivide la posizione e le intenzioni di Poletti, il presidente della Commissione Lavoro Damiano che ha ribadito: “Bisogna introdurre una norma di flessibilità nel sistema previdenziale: esiste già una proposta di legge di cui siamo firmatari il sottoscritto e Pierpaolo Baretta che prevede, se si hanno 35 anni di contributi, che si possa andare in pensione a partire dai 62 anni, con alcune penalizzazioni. Apriamo la discussione e troviamo la giusta soluzione nella legge di Stabilità”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il