BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma e novità possibili ma Cottarelli rilascia ancora dichiarazioni negative

Ministro Poletti di nuovo aperto a modifiche pensioni all’insegna della flessibilità ma il Commissario Cottarelli frena ancora: la situazione




Il ministro del Lavoro Poletti si dice nuovamente aperto a modifiche pensioni all'insegna della flessibilità ma il Commissario Cottarelli, che aveva già frenato qualche giorno fa, ribadisce l'importanza di altre misure prima di affrontare e cambiare il sistema pensioni. In particolare, secondo Cottarelli. “Ci sono cose importanti da fare. Il piano di razionalizzazione delle partecipate locali è pronto. L’obiettivo è di ridurre le partecipate da 8.000 a 1.000 in tre anni e ottenere efficienza e risparmi. È difficile fare una stima perché ci sono perdite occulte che non emergono dai bilanci. Ma credo che dalla riduzione del numero delle partecipate, e dall’efficientemente delle altre, potremmo ottenere risparmi per 2-3 miliardi”.

E ha precisato: “Anche l’amministrazione centrale dello Stato ha ridotto le spese in questi anni, tranne al capitolo pensioni. Tra il 2009 e il 2012 lo Stato ha ridotto la spesa del 10 per cento in termini nominali, mentre i Comuni dell’8%, le Province del 14 e le Regioni, salvo la Sanità, del 16%. Quindi c’è stata una riduzione molto forte delle spese anche per le amministrazioni centrali, ma non per le pensioni, salite del 7%”.

Ma, nonostante il piano illustrato da Cottarelli, secondo il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, “Bisogna intervenire sui buchi lasciati aperti dalla legge Fornero. Bene Poletti sulla flessibilità in uscita dal lavoro. È una misura urgente e necessaria. Si potrebbe pensare, mantenendo ferma la riforma Fornero, di prevedere la facoltà che si lasci il lavoro a 62/63 anni con una giusta penalizzazione così come già si prevede che chi rimane oltre la soglia dei 66 anni (fino a 70) abbia invece una rivalutazione della pensione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il