BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: novità su prepensionamento e turnover

Riforma governo Renzi: ecco le novità ed ultime notizie sulla riforma pensioni, uscita anticipata, prepensionamento e turnover.




Novità e ultime notizie della settimana: ormai è diventata legge la cosiddetta riforma della Pubblica Amministrazione che è stata approvata  al Parlamento con 303 voti a favore, 163 contrari e 9 astenuti.

Nel testo della riforma sono contenute indicazioni importanti sulle pensioni, il prepensionamento ed il turnover e si tratterà a tutti gli effetti di una riforma che cambierà di molto la vita pensionistica dei dipendenti pubblici. Non si parla infatti solo di riforma della Pubblica Amministrazione ma anche di riforma pensioni, con un obiettivo principale (che era chiaro sin dall’inizio) che riguarda lo svecchiamento della Pubblica Amministrazione, in cui figurano modalità di uscita anticipata, prepensionamento e turnover.

Nella riforma pensioni Renzi i lavoratori potranno andare in pensione all’età di 62 anni e con il massimo dei contributi raggiunti: questa riforma non riguarda solo i dipendenti pubblici ma anche i dirigenti che, quando avranno raggiunto l’anzianità contributiva, potranno essere anche i pensionati d’ufficio.

Purtroppo rimangono fuori dalla riforma gli appartenenti alla cosiddetta “quota 96”, che per parecchi giorni ha tenuto banco tra le pagine di giornale: i quota 96 sono quei lavoratori dipendenti della scuola che non sono potuti andare in pensione con la legge Fornero pur avendone i requisiti.

Per loro, non c’è stato nulla da fare: dopo che la Camera aveva dato il voto di fiducia, il governo ha dovuto fare dietrofront in quanto il Senato non ha votato in maniera favorevole dopo aver sentito i pareri della Ragioneria di Stato e del MEF.

Assicurata, invece, la staffetta generazionale, che consentirà da un lato di rendere possibile il prepensionamento flessibile e dall’altro di offrire ai giovani l’opportunità di entrare in maniera soft ma determinata nel mondo del lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il