BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e preoci Governo Renzi riforma : i tempi, le possibili modifiche e i problemi

Riforma pensioni Renzi, le novità ed ultime notizie sui temi delle pensioni dei lavoratori usuranti e precoci: la riforma con possibili modifiche, ma tempi lunghi e problemi.




Le novità ed ultime notizie sulla riforma pensioni Renzi non appaiono (per molti versi e per svariati motivi) così confortanti: molti sono i problemi emersi sulla riforma pensioni contenuta nella riforma della Pubblica Amministrazione, in cui si nota palesemente un passo indietro del Governo in merito a molti temi.

Penalizzate molte categorie di lavoratori, come ad esempio i lavoratori usuranti e precoci: uno dei dietrofront del Governo più sentiti è stato quello degli emendamenti soppressivi annunciato la settimana scorsa da Marianna Madia, ministro della Pubblica Amministrazione, che ha dichiarato saltato l’emendamento sulla “quota 96” che avrebbe permesso ai dipendenti delle scuole di andare in pensione dopo il blocco della riforma Fornero.

Inizialmente si era detto che il problema legato alla soppressione di questo emendamento fosse di natura economica: la Ragioneria di Stato era stata abbastanza chiara sul tema, indicando che non vi fossero le coperture economiche per permettere alle 4.000 unità (anche se, secondo la Ragioneria, potrebbero essere molte di più) di andare in pensione pur avendone tutti i requisiti.

Poi, il ministro ha chiarito che la scelta è stata del governo, che ha ammesso di volersene prendere tutta la responsabilità.

Altri temi importanti come uscita anticipata, opzione donna, penalizzazioni, che al momento rimangono invariati: si attendono novità nella prossima legge di stabilità, che avverrà verso l’autunno, con molta probabilità nel mese di settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il