BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: novità del mese di Agosto. E sono numerose e interessanti

Nuove possibilità di uscita anticipata e flessibile dal lavoro e novità Quota 96 forse in Decreto Sblocca Italia: la situazione aggiornata sulle pensoni




Nonostante dibattiti e discussioni che si sono susseguiti in queste settimane d’estate, resta ancora piuttosto controversa la situazione sulle pensioni italiane, ancora in bilico sulle possibili novità da mettere in atto, ancora tutto da decidere per i Quota 96 della scuola, ancora tutta da definire quell’ormai ‘famosa’ soluzione strutturale di cui ha tanto parlato il ministro del Lavoro Poletti per risolvere in maniera definitiva la situazione degli esodati, e non solo. Necessaria anche per garantire maggiore flessibilità in uscita.

Gli insegnanti di Quota 96 che sembravano ormai prossimi alla pensione solo lo scorso mese sono, in realtà, stati nuovamente bloccate nei primi giorni di agosto e la soluzione per coloro in attesa della pensione da quasi tre anni è sta ancora rimandata a data da destinarsi. Deluse le aspettative di quanti pensavano di riuscire ad andare in pensione entro questo mese di agosto, si è trattata comunque di una delusione per tutti, perché l’eventuale via libera al pensionamento dei Quota 96 della scuola avrebbe aperto nuovi spiragli di intervento reale sulla riforma pensioni Fornero.

Rimandate, e allo studio attualmente, nuove forme di uscita anticipata e flessibile per tutti: ne hanno parlato il ministro Poletti e il sottosegretario Baretta. Si punta a soluzioni di uscita anticipata ma con penalizzazioni previste, ma non solo. Si è tornato a parlare in queste ultime settimane di nuovo contributo di solidarietà che andrebbe a colpire le pensioni cosiddette d’oro. Il principio è attuare tale prelievo su pensioni calcolate con il vecchio sistema retributivo e che superano una determinata soglia (che potrebbe essere sopra i 3mila euro).

Nonostante molti abbiano smentito la possibilità di mettere realmente in atto tale contributo, sono in realtà partite le previsioni di tagli ed eventuali risparmi che ne deriverebbero, necessari per rifinanziarie cassa integrazione e ammortizzatori sociali per esodati e coloro rimasti senza lavoro. Tra le novità e ultime notizie, quella di un possibile taglio dell’Irpef per i pensionati che interesserebbe coloro che percepiscono un assegno mensile lordo compreso tra 625 e 665 euro. Ma in questo caso devono essere ancora messe a punto stime e definiti eventuali dettagli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il