BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne riforma Governo Renzi: novità ad Agosto tra uscita anticipata e contributo, prelievo solidarietà.

Uscita anticipata con sistema contributivo ma anche contributo di solidarietà: come potrebbero cambiare davvero le pensioni?




Garantire la possibilità di uscita anticipata e maggiore flessibilità: questo l’obiettivo che ormai da mesi il governo cerca di realizzare per rispondere alle continue richieste di modifiche all’attuale riforma pensioni dell’ex ministro Fornero. Dopo le diverse ipotesi circolate negli ultimi mesi che darebbero la possibilità a determinate categorie di lavoratori di andare in pensione in anticipo rispetto a quanto previsto dalla riforma pensioni Fornero, tra le ultime novità è spuntata anche quella di un eventuale taglio Irpef per i pensionati. Questa novità toccherebbe, in particolare, i pensionati che ricevono assegni tra 625 e 665 euro. Tutto, però, è ancora in ballo.

E tutto è ancora da definire anche dopo le modifiche pensate e non realizzate con la riforma della P.A., rimandate alla prossima Legge di Stabilità. E sarà, probabilmente, solo allora che si deciderà se prorogare, o meno, la possibilità di uscita anticipata con opzione contributivo, come valido finora solo per le donne. L’idea è quella di consentire l’uscita anticipata dal lavoro attraverso, però, il calcolo della propria pensione esclusivamente con sistema contributivo e ricevendo, dunque, un assegno mensile minore. Si tratta, come detto, di una possibilità finora valida solo per le donne.

L’ipotesi è quella di estendere questa opportunità anche agli uomini e prolungarla fino al 2018. Secondo le stime, il taglio dell’assegno mensile rispetto a quanto si riceverebbe calcolando la pensione con sistema retributivo sarebbe del 25-30% circa. Ma la riforma delle pensioni potrebbe passare anche da tale novità. Bisogna aspettare ancora un po’ per capire come deciderà di orientarsi il governo. In ballo anche, come già anticipato tempo fa, l’introduzione di un contributo di solidarietà per le pensioni più alte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il