BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Statali blocco stipendi e contratti 2014 Governo Renzi: solo per un anno in riforma pubblica amnistrazione e Legge Stabilità

Nuovo prolungamento del bloccosalari e contratti: la misura allo studio ma già proteste dai sindacati. Per la Camusso, “Un nuovo blocco biennale dei salari nella #PA sarebbe inaccettabile”




Si prospetta un nuovo blocco degli stipendi per i dipendenti pubblici, che dovrebbe essere esteso fino a due anni, cioè fino a fine 2016, per risparmiare circa 4-5 miliardi di euro, e che colpirà dipendenti della P.A. e forze dell’ordine. Negli scorsi anni questa misura è riuscita a garantire una spesa minore per le casse statali di circa 11 miliardi. Ma contro l’eventuale misura monta già la protesta e la leader della Cgil, Susanna Camussa, tweetta ‘C’è da augurarsi che sia una bubbola agostana. Un nuovo blocco biennale dei salari nella #PA sarebbe inaccettabile’, mentre dichiarazioni di disapprovazione arrivano anche da altri fronti.

Commenta invece la notizia dell' estensione del blocco dei contratti, Bonanni della Cisl chiede “di concentrarsi invece su sprechi e inefficienze che fioriscono soprattutto a livello locale. Spero che il governo non voglia proseguire su una strada sbagliata. Il blocco è un fatto gravissimo: i dipendenti pubblici sono gli unici che hanno il reddito fermo da otto anni. Qualcuno dice che sono comunque dei privilegiati, ma forse confonde la massa dei lavoratori con i grandi dirigenti”.

E spiega: “Ormai il grosso del pubblico impiego è fatto da persone che sono appena al di sopra dei 1000 euro al mese. È una vicenda pericolosa non solo per gli interessati ma per tutta la pubblica amministrazione, che viene danneggiata: non c'è più nessun progetto, non si affrontano i problemi, come dimostra anche la vicenda del ricambio generazionale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il