BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi e INPS: calcolo rifatto contributivo e retributivo e contributo solidarietà

Possibili interventi pensioni e ricalcolo assegni: cosa potrebbe cambiare con prossima Legge di Stabilità. Le ipotesi




L’avvento della riforma pensioni Fornero ha esteso il calcolo della pensione con sistema contributivo a tutti e potrebbero ben 15 milioni le pensioni da ricalcolare con sistema contributivo al posto del retributivo. Secondo i dati del Rapporto annuale Inps 2013, le pensioni liquidate con calcolo retributivo sono 12,7 milioni, si tratta di un numero elevatissimo, considerando che gli iscritti alla gestione privata dell’Istituto di previdenza sono 14,2 milioni circa. Inoltre, ad essi si aggiungono i pensionati pubblici ex Inpdap ed Enpals.

Per tutti coloro che invece ricevono una pensione calcolata con sistema retributivo e superiore ad una soglia, che deve ancora essere definita realmente, si pensa alla reintroduzione di un contributo di solidarietà che andrebbe a finanziare ammortizzatori sociali e cassa integrazione. Il nuovo prelievo, insieme a ricalcolo con sistema contributivo dei trattamenti misti già in pagamento; e prestito pensionistico dovrebbe rappresentare la nuova ricetta pensioni del governo Renzi.

Nonostante, come detto, debba ancora essere stabilita la soglia delle pensioni su cui peserà il contributo, si pensa che l'asticella si fermerà su somme di 3.000-3.500 euro mensili, proposta già avanzata dal consigliere economico Yoram Gutgeld lo scorso anno, che aveva pensato ad un taglio del 10% e a un blocco dell'indicizzazione per gli assegni oltre i 3.500 euro lordi calcolati secondo il metodo retributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il