BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma, novità, cambiamenti condizionati dal Decreto Sblocca Italia. I motivi

Novità e disponibilità risorse per decreto Sblocca Italia importanti anche per Quota 96 e pensioni: cosa aspettarsi dal Cdm di venerdì prossimo




Uscita anticipata e flessibile, sistemi per permettere di andare in pensione prima che siano sostenibili da un punto di vista economico e soluzione strutturale per gli esodati: questi i grandi capitoli della riforma pensioni allo studio del governo. Di fronte un grande ostacolo da superare: quello della disponibilità, o meglio della mancanza di disponibilità, delle risorse finanziarie disponibili. E, secondo le novità e ultime notizie, pare che molto di quanto si potrebbe effettivamente fare, probabilmente nella prossima Legge di Stabilità, dipenderà da quanto sarà approvato dal decreto Sblocca Italia.

Il decreto non contiene indicazioni sulle pensioni, ma si potrà capire la disponibilità delle risorse finanziarie disponibili e se non saranno stanziate, sarà un segnale negativo perché significherà che non ci sono fondi neppure per le pensioni.

Se invece le risorse saranno disponibili e saranno stanziate, bisognerà considerare da dove saranno prese: se deriveranno, infatti, dalla Legge di Stabilità significherà che ci sono ancora meno risorse per una modifica delle pensioni in quanto già collocate, per cui senza veri e propri tagli nella spending review per gli sprechi e senza un contributo di solidarietà che permette di accumulare denaro per la riforma delle pensioni, sarà difficile intervenire con grandi cambiamenti, come richiesto da lavoratori e forze politiche e sociali.
 
Nel Consiglio dei Ministri in programma venerdì prossimo, si discuterà anche del pacchetto scuola e le speranze si concentrano in una risposta tanto attesa dai Quota 96, promessa da Renzi, ma che potrebbe molto probabilmente, potrebbe non arrivare, come spiegato dal ministro Giannini, che sembra aver ancora rimandato la questione. In ogni caso, ci si attende una dichiarazione da parte del premier Renzi, dopo il Cdm, e si potrà capire cosa si intende fare per i Quota 96 della scuola, e di conseguenza per interventi sulle pensioni per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il