BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma: novità e ultime notizie contributo solidarietà e uscita anticipata Ministro Poletti al Meeting Cl

Il ministro Poletti al meeting Cl di Rimini: ecco le sue dichiarazioni su novità e modifiche riguardo le pensioni, tempi e contributo di solidarietà.




AGGIORNAMENTO: Il Ministro Poletti è ritornato a parlare ieri al meeting Cl riguardo lavoro e pensioni. In modo particolare sulle pensioni ha precisato che le sue parole sul contributo di solidarietà, tagli o nuove tasse erano solo idee, affermando che non vi è nessun intervento simile in fase di progettazione per la Legge di Stabilità. In questo senso, ha, comunque confermato che occorre, sempre secondo la sua opinione, cercare e trovare un giusto accordo tra le varie esigenze, inserendo un sistema di solidarietà, soprattutto in questa fase di crisi economica.
Nel suo intervento e, poi, nell'intervista non ha parlato, invece, di pensioni anticipate, uscita flessibile e anticipata, come, invece, in altre occasioni ad Agosto aveva fatto insieme anche a Baretta. Ha, comunque, sottolineato che non c'è divergenza e distacco, come ipotizzato dalla stampa, tra lui e il Premier Renzi.

Sarà tra i pochi presenti al meeting di Comunione e Liberazione di Rimini, il ministro del Lavoro Poletti occasione durante la quale potrebbe parlare di flessibilità e uscita anticipata nonchè di contributo solidarietà come aveva già annunciato a metà agosto, intenzioni poi smentite dallo stesso Renzi. Al meeting non ci sarà proprio il premier insieme al ministro Boschi, al sottosegretario Delrio e tanti altri. Ma ciò che incuriosisce sono le diverse posizioni oggi emergenti su eventuali interventi sulla riforma pensioni. L’obiettivo resta sempre quello di poter garantire la possibilità di uscita anticipata e maggiore flessibilità ma il percorso per arrivarci sembra ancora piuttosto tortuoso.

Ed è attesa per quello che potrebbe dire effettivamente Poletti anche se le sue ultime dichiarazioni sono state smentite dallo stesso premier che, secondo le novità e ultime notizie, avrebbe postato sul suo profilo Twitter ‘I giornali d’agosto sono pieni di progetti segreti del governo. Talmente segreti che non li conosce nemmeno il governo. #nonesiste #maddeche’. Il riferimento è proprio a dichiarazioni rilasciate da Poletti in cui si spiegavano avvento del contributo di solidarietà ed eventuali asticelle per applicare i tagli.

Ma nonostante smentite e ambiguità resta fondamentale agire sull’attuale sistema previdenziale, come proprio Poletti da tempo ribadisce, sostenuto dal sottosegretario Baretta, “Bisogna intervenire sui buchi lasciati aperti dalla legge Fornero”, mentre il ministro Poletti rilancia “Qualcosa di significativo si può fare» per introdurre meccanismi di flessibilità per persone che sono avanti con l’età”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il