Pensioni usuranti e precoci Governo Renzi: riforma, tagli e fondi finanziari spiegati da Padoan in intervista

Nuove dichiarazioni del ministro dell’Economia Padoan su situazione economica di Italia e possibili interventi sulle pensioni solo con risorse in più

Pensioni usuranti e precoci Governo Renz


Permettre un’uscita anticipata dal lavoro assicurando una maggiore flessibilità: questo l’obiettivo del governo Renzi che studia modifiche alla riforma pensioni Fornero. Sono in tanti, da forze politiche a forze sociali a sindacati, a chiedere ormai da tempo cambiamenti ad una legge che ha fortemente penalizzato i lavoratori, elevando l’età pensionabile per tutti, portandola a 66 anni, senza alcuna distinzione fra categorie. I primi beneficiari di possibili modifiche flessibili potrebbero essere i cosiddetti lavoratori usuranti e precoci che avendo iniziato a lavorare da giovanissimi o impegnati in attività professionali particolarmente pesanti, sia fisicamente che intellettualmente, potrebbero finalmente raggiungere la loro agognata pensione anche prima rispetto ai requisiti oggi richiesti.

Ma la strada per arrivare a tale traguardo sembra ancora molto lunga e tortuosa, nonostante siano diverse le ipotesi di modifica allo studio da tempo, dal prestito pensionistico, all’estensione del sistema contributivo per tutti fino al 2018, all’uscita con Quota 100 o a 62 anni con 35 anni di contributi e una serie di penalizzazioni. Resta, però, un ostacolo, importante, da superare, vale a dire quello del reperimento delle risorse economiche che mancherebbero.

A confermare questa difficoltà le ultime dichiarazioni del ministro dell’Economia Padoan che, pur esprimendo ottimismo sulle riforme strutturali che si stanno attuando, invita comunque alla prudenza e precisa: “Noi siamo fortemente impegnati in un piano di riforme strutturali importanti, che porterà ad un aumento della crescita e dell’occupazione, ma che naturalmente richiede tempo per produrre frutti. La spending review sarà lo strumento guida nella formulazione della legge di Stabilità".

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il