BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: novità, ultime notizie, ultimissime oggi mercoledì 3 Settembre alle ore 10 con Riforma Scuola e Consiglio Ministri Renzi

Novità e ultime notizie per i pensionamenti dei Quota 96 della scuola, è ancora tutto in ballo: la nuova proposta di Boccia e la delusione dopo Cdm




AGGIORNAMENTO: Alle ore 10 di oggi, mercoledì 3 settembre 2014, Renzi spiegherà la Riforma della Scuola come ha annuciato ieri relativamente alle misure su contratti, stipendi, scatti di merito, assunzioni precari, supplenze, programma per, poi, dare inizio ad una ampia consultazione pubblica su questi temi. 
Ci si aspetta, anche facendo seguito alle parole del Ministro Giannini, che Renzi intervenga su quota 96 pensioni scuola sia per i docenti che personale ATA indicando una possibile soluzione. Soluzione che aveva promesso lui stesso riguardo questo errore della Legge Fornero dopo il blocco subito nella Riforma della PA a fine Luglio.
Tutte le ultime notizie, novità e non solo le aggiorneremo in questo articolo durante il corso della giornata.

AGGIORNAMENTO: C'è grande attesa per quello che Renzi dirà nella Riforma della Scuola di domani, per capire cosa ci potrebbe essere di concreto per quanto riguarda i quota 96.
Nel frattempo, il gruppo Facebook quota 96 invita tutti a partecipare domenica 7 Settembre alla Festa dell'Unità, dove vi sarà il Premier Renzi per chiedere delucidazioni in merito alle pensioni e alle proprie aspettative.
Altre novità, aggiornamenti ultime e ultimissime notizie si possono trovare in questo articolo al seguente link diretto

AGGIORNAMENTO: Alla festa dell'unità che si è tenuta nel week-end il Ministro Giannini si è rivolta dopo il suo intervento ad una serie di docenti che protestavano e ad un gruppo di quota 96, secondo alcuni organi di stampa, avrebbe detto di avere fiducia e di attendere il CDM di mercoledì sulla riforma della Scuola.

Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, lo aveva annunciato e così effettivamente è stato: nessuna nuova soluzione per i pensionandi di Quota 96 della scuola. E il consiglio dei ministri di venerdì scorso sembra stia stata l’ennesima occasione sprecata. Ma, erano troppi gli argomenti in discussione tra Sblocca Italia e misure della riforma della Giustizia per affrontare anche la riforma della Scuola che è stata rimandata ma che, secondo alcune voci, potrebbe tornare in discussione già la prossima settimana. Il tempo, quindi, di attesa potrebbe essere poco ma non è sicuro che la questione Quota 96 vi rientri. Intanto, dal primo settembre docenti di nuovo in cattedra e altri lavoratori della scuola pronti a ripartire per un nuovo anno.

Probabilmente un prossimo passo avanti, concreto, si potrà fare solo con la prossima Legge di Stabilità, quando si capirà quante risorse potranno effettivamente essere reperite e stanziate per consentire il pensionamento dei 4mila lavoratori della scuola. E se definire, comunque le eventuali nuove misure non entrerebbero in vigore prima del prossimo anno scolastico, permettendo da una parte i pensionamenti in programma e dall’altre l’eventuale assunzione di nuovi precari che andrebbero a coprire i posti rimasti vuoti. Ma intanto si aspetta mercoledì 3 settembre quando in Cdm arriverà la riforma della Scuola.

Delusione dalla Cisl: il segretario Francesco Scrima ha detto: “Prendiamo atto che Renzi tiene fede alla promessa di stupirci: la cancellazione del tema scuola dall'ordine del giorno ci lascia in effetti stupefatti, ma anche sollevati, se significa che si è accolto il saggio suggerimento di procedere con dovuta cautela su temi che non ammettono improvvisazioni. Restiamo dunque in attesa di poter valutare proposte puntualmente definite e realisticamente praticabili”.

Intanto sarà presa in esame la nuova proposta avanzata dal presidente della Commissione Bilancio Boccia sull’ introdurre di una nuova Quota 100 (a 62 e i 64 anni e 38 anni di contributi) con uscite scaglionate tra il 2014 e il 2015 e pensionandi che comunque avrebbero gli stessi diritti del personale già in pensione con i vecchi requisiti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il