BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: riforma, novità Settembre. Oggi 3 Settembre comincia nuova discussione in Parlamento

Quali le possibili novità pensioni del governo Renzi per questo mese di settembre 2014? Le ipotesi allo studio ci sono ma necessaria situazione economica serena




“Basta con gli interventi tampone sulle pensioni: con la prossima legge di Stabilità, a ottobre, arriverà una nuova norma che consentirà la flessibilità in uscita. Il governo ci sta lavorando da tempo con l’obiettivo di trovare una soluzione strutturale, che parta dalle situazioni emergenziali, ma che sia di utilizzo universale. Sul tavolo ci sono diverse opzioni. L’idea per ora è quella di utilizzare non uno strumento unico per tutti, ma una tavolozza di colori, di modo che ognuno possa utilizzare quello più adatto alla propria situazione. Non tutti esodati, non tutti prepensionati”.

Queste le dichiarazioni prima dell’estate del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che, invece, solo qualche giorno ha del tutto smentito di aver parlato di novità per riforma pensioni nella prossima Legge di stabilità, specificando che ogni dichiarazione e ipotesi di modifica alle pensioni attuale era solo un’idea e non un intervento concreto.

E la situazione sembra piuttosto confusa oggi, soprattutto alla luce del fatto che mercoledì prossimo, 3 settembre, torna in discussione il ddl delega della riforma della P.A. in cui si tornerà comunque a parlare di possibilità di uscita anticipata per i dipendenti pubblici, da ampliare, però, poi anche ai privati, in modo da evitare discriminazioni.

Anche il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta si è detto d’accordo con lo studio di possibilità di uscite flessibili dal lavoro, nonostante lo stesso Padoan si sia detto più volte contrario ad anticipare l’età di uscita dal lavoro. In questo mese di settembre, si attendono, inoltre, possibili novità per i pensionamenti dei Quota 96 della scuola. Non vi sono indicazioni precise e concrete, ma si spera possano essere presentato nella prossima riforma della Scuola che, come annunciato venerdì scorso, dovrebbe essere in discussione sempre mercoledì 3 settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il