BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa, bonus 50-65% detrazioni e incentivi al 2015: modifiche in Legge Stabilità attese. Si spera in riconferma

Cosa cambia per ecobonu e ristrutturazioni case dopo approvazione nuovo decreto Sblocca Italia: misure e proroghe previste




Con l’approvazione del decreto legge Sblocca-Italia, che ha ottenuto il via libera venerdì scorso 29 agosto, si è dato l’ok a finanziamenti per la realizzazione delle grandi opere, a stanziamenti per gli ammortizzatori sociali in deroga per il 2014, nonché a novità su ecobonus e ristrutturazioni della propria casa, per cui non servirà più l’autorizzazione edilizia ma una semplice comunicazione al Comune. Per quanto riguarda gli eco bonus del 50 e 65%, la proroga ufficiale arriverà con la prossima Legge di Stabilità di ottobre.

Secondo quanto approvato non servirà più obbligatoriamente il permesso di costruire per effettuare una ristrutturazione. Servirà semplicemente la comunicazione inizio lavori, con cui il professionista si assume la responsabilità di garantire la regolarità del progetto e dopo il suo invio si può dare il via ai lavori. Tale comunicazione, però, può essere inviata anche a lavori in corso o addirittura ultimati, ma in questo caso sarà previsto il pagamento una sanzione.

Se il permesso di inizio lavoro non è più obbligatorio, resta sempre obbligatoria la presenza di un professionista, che potrà essere un architetto, un geometra o un ingegnere, e il costo dell’intervento del professionista sarà diverso in base al valore dell’operazione e del contributo che darà alla sua realizzazione. Si può infatti occupare esclusivamente della redazione del progetto, della sua presentazione in comune o seguirne i lavori e occuparsi del collaudo delle opere.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il