BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Renzi: riforma, novità a Settembre. Da oggi mercoledì 3 Settembre al via discussione

Si riprende mercoledì prossimo a parlare di prepensionamento e uscita anticipata: nuove dichiarazioni ministro Poletti e previsioni




La speranza è che le pensioni possano davvero cambiare, anche se finora si è trattato di speranze disilluse considerando che, sin dall'avvento del governo Letta, e oggi con quello Renzi, si sono susseguite promesse mai mantenute. quando, prima dell'estate, sembrava arrivato il momento, con la riforma della Pubblica Amministrazione, di cambiare davvero qualcosa, ecco l'ennesimo passo e le novità della riforma pensioni Fornero stralciate dalla riforma della P.A., norma dei Quota 96 compresa.

Una delusione per molti. Ma qualcosa potrebbe ripartire con l’arrivo della discussione del ddl delega di riforma della P.A. in Consiglio dei Ministri mercoledì 3 settembre. Si tornerà infatti a parlare di prepensionamento per gli statali e interventi sulla riforma pensione attuale che possano assicurare ai lavoratori che lo desiderassero di un’uscita anticipata, a patto, chiaramente, di vincoli e limiti da stabilire. Tornare a parlare di prepensionamento statali potrebbe rappresentare una nuova apertura dell’esecutivo a cambiamenti reali da far intervenire sulle norme pensionistiche oggi in vigore, considerando che si tratterebbe di interventi che andrebbero poi a toccare altri privati.

Probabilmente si penserà a quella soluzione strutturale per tutti spiegata dal ministro del Lavoro Poletti già mesi fa, anche se la situazione, proprio da parte di Poletti, sembra piuttosto contraddittoria. Solo la scorsa settimana, infatti, il ministro aveva smentito qualsiasi intervento sulle pensioni di cui si era parlato, nella prossima Legge di Stabilità, parlando solo di idee. Secondo le novità e ultime notizie, Poletti avrebbe detto: “Il mondo dei pensionati non è certo catalogabile con un’etichetta. Ci sono migliaia di pensionati al minimo, e altrettanti pensionati che vivono giustamente di quanto hanno risparmiato durante l’intera vita lavorativa. Su questo punto ribadisco quanto abbiamo già chiarito: le pensioni non saranno toccate nella legge di Stabilità”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il