BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96 e Riforma Scuola: Renzi non interviene su pensioni scuola. Cosa può accadere ora

Quota 96 della scuola ancora in attesa di soluzioni: quali potrebbero essere, nuove minacce di proteste e ultime dichiarazioni sulla questione




AGGIORNAMENTO: Renzi è intervenuto come annunciato alle 10 per presentare le linee sulla riforma della scuola, ma senza nessun a conferenza stampa. Solo con un video, dove ha annunciato le linee generali e ha aperto uan consultazione pubblica tra il 15 settmbre e il 15 Novembre. Nessun accenno, novità e notizie riguardante quota 96 pensioni scuola. Una ennesima delusione. Il filmato dell'intervento di Renzi lo potete trovare qui sotto, alla fine dell'articolo

E’ una priorità quella di risolvere la situazione dei quota 96 della scuola, rimasti ancora senza risposte da parte del governo anche quando, lo scorso agosto, sembrava che ad una conclusione si stesse arrivando, per lo meno fino a quando la norma che avrebbe garantito la possibilità di congedo ai 4mila lavoratori della scuola (insegnanti e personale Ata) non è stata stralciata dalla riforma della Pubblica Amministrazione. Troppe le risorse finanziarie che sarebbero servite per mandare in pensione questi lavoratori, poche le disponibilità finanziarie. Ma ora si torna a parlare di possibili soluzioni.

Ad incalzare sulla fiducia proprio il ministro dell’Istruzione Giannini, che solo qualche giorno fa aveva chiuso a provvedimenti a favore dei Quota 96, ma che, intervenuta alla Festa dell’Unità, rivolgendosi ad un gruppo di Quota 96, ha detto: “Abbiate fiducia”, ma docenti e studenti sono pronti a nuove manifestazioni di proteste, già organizzate per il prossimo mese di ottobre. I Cobas chiedono interventi per l'assunzione dei precari e il pensionamento immediato dei Q96. Altrimenti saranno nuove proteste.

Sul piede di guerra anche una delegazione Adida (Associazione docenti invisibili da abilitare) contro la non azione del governo per cambiare e sostenere il mondo della scuola e il pensionamento dei 4mila docenti che attendono da più di due anni ormai.

E rivendica: “Adesso è il momento di far sentire con maggiore vigore la nostra voce, forti della legittimità delle nostre richieste”. Ed anche l’on Marzana del Movimento 5 Stelle conferma il suo impegno a sostegno dei Quota 96 della scuola, facendo sapere, attraverso il gruppo dei Quota 96 di Facebook, ‘Il mio impegno e del Movimento 5 stelle a favore della soluzione della questione è stato costante e soprattutto coerente. Maggioranza e governo sono invece sordi alle vere esigenze di cittadini e società. Continuiamo a lottare insieme’.

Intanto, è stata annunciata per il prossimo 4 ottobre, a Roma, un nuovo incontro pubblico con i rappresentanti politici per cercare finalmente di risolvere la questione pensionamenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il