BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma, part time diventa realtà. Come funziona e chi, quando può fare richiesta

Cambiare il proprio contratto di lavoro da full time a part time per uscire prima: si torna a discutere di staffetta generazionale. L’esempio Lazio




Scelta di cambiare il proprio contratto di lavoro da full time a part time, sistema che consentirebbe da una parte il prepensionamento per coloro che vogliono lasciare prima il lavoro, e dall’altra l’assunzione di nuovi giovani. Chi, trovandosi a 5 anni dal raggiungimento della pensione effettiva, volesse uscire prima, può scegliere di farlo pasando al lavoro part time, ricevendo mensilmente uno stipendio ridotto del 50% ma i contributi continuerebbero ad essere regolarmente pagati.

Il primo passo verso questa nuova decisione potrebbe compiersi oggi, 3 settembre, con la ripresa della discussione del ddl delega di riforma della Pubblica amministrazione e se la proposta passa per la gli statali dovrebbe poi essere estesa a tutti, anche ai privati, in modo da evitare discriminazioni e si tratterebbe di una decisione importante considerando la situazione di forte disoccupazione che si registra nel nostro Paese. E così il sistema di lavoro part time consentirebbe l’entrata nel mondo del lavoro di nuovi giovani dando vita a quella staffetta generazionale di cui si è tanto parlato.

Questa proposta sarebbe dovuta rientrare già nelle misure della riforma della P.A. nel primo disegno di legge ma poi non è stato presentata, come accaduto anche con altre norme per la pensione. Ora, però, parte, e prende il via nella Regione Lazio grazie ad uno stanziamento di tre milioni di euro e un nuovo bando per le imprese con sede nella regione.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha spiegato che “Si tratta di un’iniziativa che ci permetterà di creare nuove possibilità di accesso al mondo del lavoro per i nostri giovani. Un bando da 3 milioni di euro per favorire l’attivazione di un processo di ricambio generazionale che avrà effetti positivi sia sull’offerta che sulla domanda nel mercato del lavoro”.

Zingaretti ha precisato che “La staffetta generazionale mira a favorire l’ingresso di giovani (fino a 29 anni) che l’azienda si impegna ad assumere con contratto di apprendistato o a tempo indeterminato, trasformando contestualmente, su base volontaria, in part-time il rapporto di lavoro del personale cui manchino fino a tre anni al pensionamento con la riduzione dell’orario di lavoro non oltre il 50%”.

In pratica, il lavoratore, su base volontaria, decide di trasformare il suo contratto da full time a part time, l’impresa che aderisce all’iniziativa, contestualmente, analizza le domande pervenute dai giovani e li assume in base a coloro che chiedono il part time, con contratti, come detto, di apprendistato e che potrebbero diventare a tempo indeterminato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il