BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Mutui e prestiti personali settembre 2014: prospettive tassi interesse variabile e fisso. Potrebbero diventare ancora più bassi

La Bce potrebbe procedere ad un nuovo taglio dei tassi: cosa potrebbe cambiare sul mercato di mutui e prestiti e possibili conseguenze




Dopo l’ultima decisione Bce di tagliare i tassi di interessi, portandoli in territorio negativo, sono fortemente calati i tassi su mutui e prestiti personali e se si dovesse verificare un nuovo intervento, così come si vocifera, i tassi potrebbero diminuire ancora. Obiettivo della Bce è mantenere la crescita dei prezzi intorno al 2%, perchè troppa inflazione non va bene, ma se i prezzi non aumentano e scendono l’economia non cresce.

Gregorio De Felice, economista di IntesaSanpaolo, riflettendo su tale scenario, spiega che “Nel brevissimo periodo chi ha degli investimenti può essere contento del fatto che il costo della vita non riesca ad erodere i suoi rendimenti. E se la famiglia deve fare compere può, con lo stesso salario, acquistare a prezzi più bassi. Ma è un benessere che non dura a lungo. Infatti con l’andare del tempo, la deflazione porta con sè il blocco dei consumi perché si è tentati di rimandare nel tempo qualsiasi acquisto non necessario e poi giunge inesorabilmente la discesa degli stipendi”.

E quali sono le conseguenze sul mercato di mutui e prestiti? Secondo alcuni economisti, la Bce potrebbe tagliare ulteriormente i tassi, ma secondo Andrea Terzi, professore di economia monetaria all'Università cattolica del Sacro Cuore e docente presso la Franklin University Switzerland, “La politica dei tassi prossimi a zero ha effetti contradditori e questo lo dice la teoria della trasmissione della politica monetaria: in una stagnazione, quando le banche si confrontano con un'economia debolissima, tassi di interesse bassi non bastano e possono essere addirittura essere controproducenti”.

Il nuovo taglio della Bce potrebbe portare i tassi dei mutui, soprattutto variabili legati all'Euribor, a diminuire ancora, il che significherebbe rendere questa tipologia di mutuo decisamente conveniente per coloro che decidono di acquistare una nuova casa. Poco significativi, invece, i movimenti sul mercato che interesserebbero i prestiti personali.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il