BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Imu, IUC: quando si paga, chi, come e in quali città prima rata ad Ottobre. Aliquote e detrazioni decise a settembre

Nuovo pagamento acconto Tasi il prossimo 16 ottobre: definizione nuove aliquote entro 18 settembre. Quanto si pagherà




Entro il prossimo 10 settembre i Comuni ritardatari, che entro lo scorso 23 maggio non hanno deliberato le nuove aliquote di pagamento della nuova Tasi 2014, dovranno decidere aliquote e detrazioni per il pagamento della tassa sui servizi indivisibili comunali, da pubblicare poi entro il 18 settembre. In questi comuni, fra cui rientrano le grandi città di Milano, Firenze, Roma, Padova, Palermo, Bari, Como, la prima rata di acconto si paga il 16 ottobre.

Nel caso in cui anche entro la nuova data prorogata non venissero deliberate le nuove aliquote 2014, allora la Tasi si dovrà versare in un'unica soluzione il 16 dicembre, calcolata con l'aliquota base dell'1 per mille. In questo caso, chi, per esempio, possiede case con una rendita catastale bassa, fino a 400 euro, e pagherà la Tasi all'1 per mille senza detrazioni, verserà più dell'Imu pagata nel 2012 sull'abitazione principale, che aveva la detrazione fissa di 200 euro.

Per esempio, una prima casa con una rendita di 350 euro due anni fa pagava 35 euro di Imu, che diventano 59 con la Tasi all'1 per mille. Diverse saranno poi le aliquote che ogni Comune avrà la possibilità di decidere, determinando talvolta grandi differenze, soprattutto tra città del Nord e del Sud. Ma non solo: per esempio, a Brescia, Modena, l'aliquota è del 2,5 per mille; a Pisa e Firenze del 3,3; a Bergamo del 3,2.

Ma città come Padova e Firenze stessa hanno deciso di far pagare la Tasi solo alle abitazioni principali e non a seconde case e altri immobili, che saranno comunque sempre soggetti all’Imu; altri Comuni, come Napoli, invece, hanno deciso di non far pagare la percentuale della tassa agli inquilini, per cui la tassa dovrà essere pagata esclusivamente dai proprietari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il