BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultme notizie: riforma in arrivo nuove lettera INPS e calcolo on busta arancione età e contributi ufficiali

Busta arancione e nuovo bustone Inps per verificare situazione reddituale pensionistica e verificare la propria posizione previdenziale: le novità informative




La riforma pensioni Renzi passa anche attraverso i nuovi sistemi informativi Inps sulla previdenza. L’attesa è per la cosiddetta busta arancione, documento che dovrebbe riportare le informazioni previdenziali dei contribuenti, le somme dei contributi versati e la stima della futura pensione che si percepirà. Secondo alcune indiscrezioni, l’Inps sarebbe pronto a inviare le prime buste arancioni già entro la fine del 2014. 

Il documento, in via sperimentale, conterrà, come detto, tutte le informazioni relative alla posizione previdenziale del contribuente, dagli importi sui contributi versati, ai tempi previsti per la decorrenza dell’assegno pensionistico, alla stima dell’importo pensionistico che sarà calcolata direttamente online.

Il documento della busta arancione farà conoscere ad ogni contribuente in maniera più chiara e trasparente la propria situazione previdenziale, permettendo anche di stimare quale sarà la cifra di pensione che si riceverà e se sarà possibile con essa continuare a mantenere il proprio stile di vita Nel caso in cui i contribuenti fossero titolari di una pensione integrativa, ciò che si riceverà dall’Inps si andrà a sommare alla somma di pensione integrativa negli anni versati. 

Intanto ai pensionati, l’Inps ha iniziato ad inviare un ‘bustone’, contenente un plico con tutti i documenti per verificare le dichiarazioni relative alla propria situazione pensionistica e per controllare redditi e diritto alle prestazioni assistenziali. Il plico contiene, nel dettaglio,  la lettera di presentazione, diversa a seconda se si è residenti in Italia o all’estero, con una breve informativa sui servizi online a disposizione del cittadino;  il modello 503 AUT; il modello RED italiano o modello RED estero; i modelli di dichiarazione per i titolari di prestazioni assistenziali; la richiesta di integrazione delle informazioni relative alla campagna RED 2012 (anno reddito 2011); e il modello per indennità di frequenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il