BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, IMU, Tari: Taranto, Milano, Foggia, Pescara, Roma e altre città prima rata Ottobre. Calcolo prima casa,seconda casa,terreni

Primo pagamento Tasi ad ottobre nei Comuni ritardatari: calcolo tassa prima e seconda casa e aliquote e detrazioni




Entro il prossimo 18 settembre dovranno essere deliberate le nuove aliquote di pagamento Tasi in tutti quei comuni che non hanno rispettato la prima scadenza dello scorso maggio, saltando così il pagamento del primo acconto giugno che, per loro, è stato rimandato al 16 ottobre. Si pagherà pertanto l’acconto Tasi ad ottobre in città come Milano, Roma, Firenze, Pavia, Padova, Pescara, Taranto, Foggia, Messina, Palermo. Per il calcolo della Tasi su prime case, seconde case e altri immobili, il governo ha concesso la facoltà ai comuni di aumentare le aliquote fino a un massimo dello 0,8 per mille.

E così i sindaci potranno decidere per la prima casa l’aumento dell’aliquota fino al 3,3 per mille; per gli altri  immobili fino all'11,4 per mille. Stesso discorso vale per le detrazioni: potranno essere decise dai singoli Comuni in base alla rendita catastale, ma non sono obbligatorie e varranno solo per le prime case. A Cagliari, per esempio, non è stata decisa alcuna detrazione ed è stata fissata un'aliquota del 2,1 per mille per tutti. 

Per calcolare la nuova Tasi, si parte dalla stessa base imponibile dell'Imu, la rendita catastale che si rivaluta del 5% e si moltiplica il risultato per il coefficiente del tipo di immobile per cui si calcola l’imposta. Al valore catastale ottenuto verrà poi applicata l’aliquota comunale ed eventuali detrazioni. Della somma risultante, una quota compresa tra il 10 e il 30% sarà pagata dagli inquilini, visto che la Tasi, a differenza dell’Imu, deve essere pagata sia da proprietari che dagli inquilini. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il