BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e amnistia: condizioni carceri peggiora ancora secondo ultimi studi. Ma poco o nulla si fa di concreto

Nuovi dati allarmanti su situazione carceri e ancora nulla sulle misure di indulto e amnistia: la situazione e cosa accadrà nelle prossime settimane?




Continuano ad essere  allarmanti i dati sulla situazione emergenza carceraria e, forse anche per questa rinnovata emergenza, nonostante alcuni cerchino di smentirla, sono diverse le pressioni che arrivano all’esecutivo affinchè di provveda ad approvare quei provvedimenti di clemenza che contribuirebbero a svuotare le carceri in maniera netta, nonostante indulto e amnistia non vengano visti dai più come misure risolutive. Le misure di clemenza saranno probabilmente punto cruciale da fare affrontare ormai in maniera decisiva al ministro della Giustizia Orlando, considerando che qualche tempo fa la stessa Onu era intervenuta per sostenere l’approvazione di tali misure.

Ma ancora, nonostante annunci e promesse, non è stato fatto nulla ed è stata anche rinviata la trattazione di tutti i disegni di legge su indulto e amnistia. E il senatore Enrico Buemi, autore di uno dei quattro disegni di legge per amnistia e indulto, ha proposto che i ddl per la concessione di clemenza vengano proprio eliminati dal calendario dei lavori della commissione.

Ma l’incontro tra il ministro orlando e la commissaria Ue Martine Reicherts sulla riforma della è andato, intanto, benissimo. La commissaria Ue ha detto che “Si tratta di una riforma frutto del buon senso e molto coraggiosa, in grado di far avanzare l’Italia sulla via della crescita e della semplificazione”.

E il ministro Orlando ha replicato: “La posizione della Commissione sulla riforma è molto importante per noi. Il fatto che l’Unione Europea riconosca la fondatezza e la bontà dei nostri sforzi è un elemento molto positivo. Come è noto la riforma della giustizia rappresenta una grande opportunità di aumentare la capacità di attrarre investimenti, pertanto rappresenta parte integrante delle riforme strutturali che hanno per obiettivo la crescita”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Sara Melchionda
pubblicato il