BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma, Baretta ripropone ancora uscita flessibile e anticipata dopo dichiarazioni estate

Uscita anticipata di due anni: Baretta rilancia su una maggiore flessibilità pensionistica per andare in pensione prima. Le novità




“Lasciare la libertà al lavoratore di uscire dal mondo del lavoro un paio di anni prima”: questa la nuova proposta del sottosegretario all’Economia, Pierpaolo Baretta, che spiega “Tenendo conto che il problema degli esodati non è stato risolto, pensando anche alla questione della cassa in deroga che spesso coinvolge soprattutto questi soggetti, tenendo presente la cosiddetta ‘quota 96′ e altre situazioni simili, allora ritengo che sia possibile fare qualcosa”.

Secondo il sottosegretario, si potrebbe pensare proprio ad una “operazione-scambio: chi vuole lasciare prima rinuncia ad una parte della pensione, proposta sulla quale io insisto da tempo”. Baretta ritiene che, nonostante le difficoltà economiche sempre più evidenti per permettere interventi in tempi brevi sulla riforma pensioni, “i nodi irrisolti sono tanti, a partire dal problema degli esodati, della cosiddetta ‘quota 96′ e di altre situazioni simili” ed è per chiudere queste partite che bisogna impegnarsi e lavorare per arrivare a soluzioni ottimali per tutti, che soddisfino, cioè, da una parte, le esigenze dei lavoratori e dei pensionandi, e dell’altra, di Stato e Inps che non vogliono spendere soldi.

E rilanciando sulla possibilità di intervenire con modifiche che cambino la riforma Fornero, Baretta sembra confermare l’ipotesi di introdurre un di un contributo di solidarietà sulle pensioni oltre i 2000 euro, come aveva annunciato già qualche settimana fa, ma si trattava “solo un'ipotesi personale”, aveva detti il sottosegretario. Baretta aveva anche sottolineato che “di deciso non c'è nulla”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il