BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Tari, Imu Verona, Roma, Catania, Milano, Trieste e altre città. Quando, quanto si paga, calcolo prima e seconda casa Ottobre

Pagamento prima rata Tasi 2014 a Roma, Milano, Trieste, Verona e Catania fissato il prossimo 16 ottobre: aliquote e detrazioni previste




La prima rata Tasi 2014, nei comuni che non hanno pagato a giugno, si pagherà il prossimo 16 ottobre e d entro domani, mercoledì 10 settembre, andranno decise le nuove aliquote di pagamento, da comunicare poi al Mef entro e non oltre il 18 del mese. Ricordiamo che ogni Comune può alzare l’aliquota su prime case, seconde case e tutti gli altri immobili fino ad un massimo dello 0,8 per mille., portando in tal modo l’aliquota sulle prime abitazioni dal 2,5 al 3,3 per mille e quella su tutti gli altri immobili dal 10,6 all’11,4 per mille.

Tra i Comuni ritardatari che hanno deciso le nuove aliquote c’è Roma, dove l’aliquota sulle prime case è fissata al 2,5 per mille, con detrazioni in base alla rendita catastale, per cui è prevista una detrazione di 110 euro agli immobili con rendita fino a 450,00 euro; una detrazione di 60 euro agli immobili con rendita tra 451,00 e 650,00 euro; una detrazione di 30 euro agli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro.  Aliquota al 2,5 per mille anche a Milano per le abitazioni principali, mentre è stata alzata al massimo dell’11,4 per mille l’aliquota di pagamento su seconde case e altri immobili.

A Padova, poi, la Tasi sarà pagata solo dalle abitazioni principali e immobili ad esse assimilati con l’aliquota al 2,7 per mille; a Pavia invece aumentata al massimo del 3,3 per mille l’aliquota sulle prime case ma chi ha una casa con rendita catastale inferiore ai 450 euro non pagherà nulla. A Trieste aliquota al 2,5 per mille su prime case e detrazioni anche qui definite in base alla rendita catastale. Per fare qualche esempio, due coniugi senza figli per un alloggio di 65 metri quadrati dal valore sul mercato immobiliare attorno ai 95-100mila euro per una rendita catastale di 450 euro pagherebbero una Tasi di 129 euro, a fronte di un’Imu pari a zero nel 2013.

A Verona poi le aliquote su prima casa e tutti gli altri immobili sono state fissate rispettivamente al 2,5 per mille e al 10,6 per mille, mentre a Catania l’aliquota Tasi sulle prime case è stata alzata al massimo del 3,3 per mille, con detrazioni modulate anche in questo caso sulla base della rendita catastale.Si paga ad ottobre anche nelle grandi città di Firenze, Pavia, Varese, Padova, Salerno, Messina, Como, Palermo, Bari, Pescara, Taranto, Termoli, Foggia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il