BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu: prima rata 16 Ottobre o 16 Dicembre. Lista città ufficiale quando e dove si paga. Calcolo online su Internet

In quali Comuni si paga l’acconto della nuova Tasi 2014 il prossimo 16 ottobre: come consultare elenco completo e come procedere al calcolo




Roma, Milano, Firenze, Trieste, Verona, Como, Pavia, Padova, Perugia, Messina, Pelrmo, Catania, Pescara, Foggia, Taranto, Lecce, Monza: questi alcuni dei grandi Comuni che non hanno deliberato le aliquote Tasi entro il 23 maggio 2014 e lo hanno fatto entro ieri, mercoledì 10 settembre,  che ora dovranno pagare l’acconto Tasi il 16 ottobre, mentre chi anche entro ieri non è riuscito a comunicare le nuove aliquote di pagamento, pagherà la Tasi in un’unica soluzione il prossimo 16 dicembre ma sull’aliquota base dell’1 per mille.

Per consultare, comunque, l’elenco completo delle città che hanno stabilito le nuove aliquote di pagamento Tasi 2014 su prime case, seconde case, uffici, negozi, capannoni e altri immobili commerciali, basta collegarsi semplicemente al sito del Mef http://www.riscotel.it/wikiiuc/doku.php?id=wiki:mef:riscotelmef.

Ogni singolo Comune può decidere le aliquote da applicare su prime case e tutti gli altri immobili, con la possibilità di aumentarle fino allo 0,8 per mille e portando, dunque, l’aliquota sulle abitazioni principali dal 2,5 per mille al 3,3 e quella su tutti gli altri immobili dal 10,6 all’11,4 per mille. I Comuni, a loro discrezioni, decidono anche se e quali detrazioni applicare sulle prime case, nonché i pagamenti che spettano eventualmente agli inquilini.

Per calcolare Tasi e Imu ci si può rivolgere a commercialisti o altri professionisti abilitati ma anche utilizzando il seguente calcolatore online su Internet gratis che in poco tempo rende noto al contribuente quanto versare e procede anche in automatico alla compilazione del modello F24 per il versamento.

Sia Imu e Tasi, infatti, si pagano con modello F24 e bollettino postale. I bollettini sono gli stessi per tutti i Comuni di Italia, si trovano presso tutti gli uffici postali, già compilati con il numero di conto corrente 1017381649 e l’intestazione a Pagamento Tasi, basta solo inserire poi il codice catastale, il codice del Comune in cui si trova l’immobile, il codice fiscale, i dati anagrafici del proprietario dell’immobile; il numero di immobili per cui si paga; l’anno di riferimento 2014; gli importi in corrispondenza del rigo della tipologia di immobile per cui si paga; e barrare la casella acc.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il