BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi Milano e Roma: prima rata Ottobre, calcolo aliquote, esenzioni, detrazioni prima casa, seconda casa, terreni

Calcolo Tasi 2014 a Milano e Roma e pagamento il prossimo 16 ottobre: quali le nuove aliquote e detrazioni decise




Il 10 settembre è scaduto il nuoto termine di definizione delle nuove aliquote di pagamento Tasi 2014 per i Comuni ritardatari che non le hanno stabilite entro lo scorso 23 maggio, ma c’è tempo ancora fino al 18 settembre per poterle decidere, fino a quando cioè non dovranno essere pubblicate sul sito del Mef. Se anche entro tale data non verranno decise, allora la Tasi nei Comuni che non hanno rispettato anche questa nuova scadenza si pagherà il 16 dicembre con aliquota dell’1 per mille. Tutti gli altri che non hanno pagato a giugno pagheranno il 16 ottobre. Anche le grandi città di Roma e Milano pagano ad ottobre.

A Roma l’amministrazione comunale ha deciso di fissare l’aliquota Tasi al 2,5 per mille sulle prime abitazioni e relative pertinenze non soggette ad imposta municipale propria, cioè immobili non classificati nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9. Per quanto riguarda le detrazioni, si applica una detrazione di 110 euro agli immobili con rendita iscritta in catasto fino a 450,00 euro; una detrazione di 60 euro agli immobili con rendita tra 451,00 e 650,00 euro; una detrazione di 30 euro agli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro.  

Per quanto riguarda le detrazioni, sono state definite in base alla rendita catastale ed è prevista una detrazione di 110 euro agli immobili con rendita fino a 450,00 euro; una detrazione di 60 euro agli immobili con rendita tra 451,00 e 650,00 euro; una detrazione di 30 euro agli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro.  

Aliquota al 2,5 per mille su prime case anche a Milano, e su seconde case e altri immobili sale al massimo dell’11,4 per mille. Gli inquilini dovranno versare il 10% della cifra risultante, ma gran parte dei cittadini milanesi non pagherà, considerando che al di sotto dei 12 euro, non si pagherà nulla. Per quanto riguarda le detrazioni, a Milano diminuiranno con l’aumentare della rendita catastale dell’abitazione e dovrebbero variare da un minimo di 24 euro per chi ha una rendita catastale tra i 600 e i 700 euro, a un massimo di 115 euro per chi ha una rendita catastale fino a 300 euro.

A disposizione di coloro che vogliono effettuare il calcolo Tasi in autonomia è consultabile online il seguente calcolatore  grazie al quale, comodamente da casa propria e in pochi secondi, si può conoscere la somma di tassa sulla casa da versare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il