iOS 8 iPhone 5, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 4S: funzioni differenti, compatibilità, prestazioni. Cosa occorre sapere

Le limitazioni alla nuova versione del sistema operativo mobile di Apple sono in relazione al dispositivo utilizzato e al paese di provenienza.

iOS 8 iPhone 5, iPhone 5S, iPhone 5C, iP


L'esperienza d'uso con l'iOS 8 non sarà la stessa per tutti. Cambierà sia in riferimento al dispositivo che al paese di utilizzo. Sotto il primo punto di vista, i device compatibili sono iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Air, iPad Mini con display Retina, iPad Mini, iPad 4, iPad 3, iPad 2 e iPod Touch di quinta generazione. Il software sarà scaricabile dal 17 settembre 2014. Per quanto riguarda i limiti legati al mercato, gli aspetti a cui prestare maggiormente attenzioni sono Mappe, Siri, tastiera QuickType, suggerimenti Spotlight, Apple CarPlay, iTunes Store e App Store.

Ecco allora che In Italia la funzione Flyover in Mappe sarà limitata alle città di Milano, Roma, Perugia e Ancona e la visualizzazione degli edifici in 3D solo alle prime due. Da queste parti non sarà possibile via Siri prenotare i ristoranti, conoscere le recensioni dei film e gli orari dei cinema. Limiti anche sulla programmazione TV nell'iTunes Store.

Fra le mancanze che sono venute alla luce dall'esperienza d'uso con la Golden Master ci sarebbe la mancata integrazione fra Shazam, il software che riconosce titolo e autore di una canzone dopo pochi secondi di ascolto, e il Siri, l'assistente vocale di Apple. In buona sostanza se questa separazione dovesse essere confermata anche per la release definitiva dell'iOS 8, l'unico modo per utilizzare la popolare app è quello manuale. Occorre comunque cautela poiché alla base di questa mancanza potrebbe esserci un bug venuto alla luce e dunque da correggere, magari con un aggiornamento successivo.

Senza alcun dubbio, le funzioni di Continuity sono disponibili su iPhone 5 o successivo, iPad di quarta generazione, iPad Air, iPad mini, iPad mini con display Retina e iPod touch di quinta generazione. I possessori di iPhone 4S sono dunque tagliati fuori dal servizio che permette la piena integrazione fra i prodotti Apple, Mac compreso. Non potranno dunque effettuare e ricevere telefonate, inviare e ricevere SMS ed MMS su Mac e iPad, scrivere un messaggio di posta elettronica o consultare un sito web su un device e riprenderlo su un altro grazie al collegamento allo stesso account iCloud.

E soprattutto non sarà concesso agli iPhone 4S di Crea un file da iPad o iPhone e continuare a gestirlo da Mac (e viceversa). A completare il quadro delle limitazioni c'è il mancato funzionamento del servizio Instant Hotspot attraverso cui trasformare il proprio iPhone in un punto hotspot per iPad o Mac nel caso di assenza di rete wireless.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il