BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi Roma e Milano: prima rata Ottobre. Calcolo aliquote, detrazioni quanto si paga immobili. Regole, esempi, esenzioni

Quando e quanto si paga di nuova Tasi 2014 a Milano e Roma: stabilite aliquote su prime e seconde case, detrazioni e quote di pagamento per inquilini




Si paga il 16 ottobre e dovranno provvedere al versamento tutti i proprietari di prime e seconde case e di ogni immobile commerciale. Nessuno, dunque, è escluso dal pagamento della nuova Tasi sulla casa, tassa istituita per finanziare i cosiddetti servizi indivisibili comunali, come manutenzione del manto stradale, verde pubblico, pulizia strade, parchi, a meno che ogni singolo Comune non preveda casi particolari di esenzioni. Spetta, infatti, ai Comuni la decisione di deliberare aliquote, detrazioni per prime case, ed anche quote di pagamento per gli inquilini, visto che a differenza dell’Imu la Tasi la pagano sia proprietari che inquilini.

Pagano il 16 ottobre i Comuni che non hanno versato l’acconto Tasi 2014 a giugno perché non sono riusciti a deliberare entro lo scorso maggio le aliquote nuove. Pagano ad ottobre anche le grandi Roma e Milano. E’ stata fissata al 2,5 per mille l’aliquota di pagamento Tasi 2014 sulle prime case della Capitale, che ha stabilito anche detrazioni modulate sulla rendita catastale.

Seguendo tale modello, si prevede una detrazione di 110 euro agli immobili con rendita fino a 450 euro; una detrazione di 60 euro agli immobili con rendita tra 451 e 650 euro; una detrazione di 30 euro agli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro.  Anche a Milano l’aliquota sulle prime case è stata fissata al 2,5 per mille, mentre arriva all’11,4 per mille su seconde case e immobili commerciali.

Per quanto riguarda le detrazioni Tasi a Milano, anche nel capoluogo lombardo diminuiranno in base alla rendita catastale dell’abitazione e dovrebbero variare da un minimo di 24 euro per chi ha una rendita catastale tra i 600 e i 700 euro, a un massimo di 115 euro per chi ha una rendita catastale fino a 300 euro. Palazzo Marino ha, inoltre, deciso che agli inquilini spetta il pagamento del 10% della cifra Tasi totale. Il resto sarà dovuto dai proprietari. Per aiutarsi nel calcolo Tasi ed eseguirlo direttamente da casa propria senza necessità di recarsi da qualche professionista abilitato, si può usare il seguente calcolatore http://www.webmasterpoint.org/servizio/calcolo-iuc-imu-tasi-tari/prima-casa/.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il